Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 05:12

NEWS DALLA SEZIONE

Crescono i 'mammoni', il 66,4% dei giovani a casa con i genitori

Crescono i 'mammoni', il 66,4% dei giovani a casa con i genitori

 
Manovra: Ue, dialogo continua con Italia

Manovra: Ue, dialogo continua con Italia

 
Megalizzi, minuto di silenzio in sala stampa Commissione Ue

Megalizzi, minuto di silenzio in sala stampa Commissione Ue

 
Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

 
Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

 
Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

 
Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

 
Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 
Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

 
Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

 

Tlc: parte piano Ue per internet gratis in 8000 comuni

Tlc: parte piano Ue per internet gratis in 8000 comuni

BRUXELLES, 20 MAR - Diventa operativo il piano Ue da 120 milioni di euro per dotare 8mila comuni di tutta Europa di wifi gratuito negli spazi pubblici. A partire da oggi i comuni europei potranno registrarsi sul sito appena lanciato dell'iniziativa WiFi4EU. Una volta fatta l'iscrizione, il 15 maggio partirà il primo bando di concorso per l'assegnazione dei primi voucher Ue da 15mila euro l'uno che il comune potrà utilizzare per installare hotspot gratuiti negli spazi pubblici.

Questo il vademecum delle tappe per i comuni interessati.

Primo, effettuare a partire dal 20 marzo la registrazione online dell'ente locale sul portale Ue www.WiFi4EU.eu nella propria lingua. Non occorre accludere una bozza di progetto per gli hotspot. Secondo, a partire dal 15 maggio, chi si è registrato potrà fare domanda per i voucher da 15mila euro: questi verranno assegnati sulla base del principio "primo arrivato, primo servito".

 

Terzo, nell'estate la Commissione Ue annuncerà i primi 1000 vincitori dei fondi: saranno almeno 15 per ognuno dei 28 Paesi Ue. Quarto, i comuni vincitori dei voucher avranno tempo 18 mesi per installare il wifi gratuito tramite società tlc e fornitori internet di loro scelta e nei luoghi pubblici di loro scelta. Requisiti indispensabili: Internet dovrà avere una velocità di almeno 30Mbps e dovrà essere disponibile almeno per tre anni, non dovrà essere necessario raccogliere dati personali per utilizzarlo.

 

 

La zona coperta non deve inoltre essere già beneficiaria di progetti simili. Questo sarà solo il primo di cinque bandi che saranno spalmati sui prossimi due anni, di un valore pari all'8% sui 120 milioni di euro totali Ue messi a disposizione per il programma WiFi4EU. I bandi successivi saranno più ingenti, mentre il valore dei voucher resta fisso a 15mila euro.

 

Ogni comune può beneficiare di un solo voucher nell'arco del programma. Chi ha fatto domanda ma non ha ottenuto il voucher potrà ripresentarla ai bandi successivi, mentre chi ha già ottenuto un voucher non potrà più concorrere per un secondo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400