Sabato 18 Gennaio 2020 | 03:43

NEWS DALLA SEZIONE

Tregua Usa-Cina sui dazi: industria Usa, accordo frena invadenza Ue su Dop

Tregua Usa-Cina sui dazi: industria Usa, accordo frena invadenza Ue su Dop

 
Green deal: 364 milioni a Italia per mobilitare 4,8 miliardi

Green deal: 364 milioni a Italia per mobilitare 4,8 miliardi

 
Vino: produttori Ue e Usa chiedono a governi 'dazi zero'

Vino: produttori Ue e Usa chiedono a governi 'dazi zero'

 
Libia: Ue denuncia le ingerenze di Russia e Turchia

Libia: Ue denuncia le ingerenze di Russia e Turchia

 
Ferreira, servono nuove risorse per il Fondo di transizione verde

Ferreira, servono nuove risorse per il Fondo di transizione verde

 
Agroalimentare: con 14,7 miliardi a ottobre nuovo record export Ue

Agroalimentare: con 14,7 miliardi a ottobre nuovo record export Ue

 
Agea: Psr, 12 programmi su 13 superano obiettivo spesa

Agea: Psr, 12 programmi su 13 superano obiettivo spesa

 
Eurozona: prezzi produzione industriale, +0,2% a novembre

Eurozona: prezzi produzione industriale, +0,2% a novembre

 
Ue deplora la decisione dell'Iran su accordo nucleare

Ue deplora la decisione dell'Iran su accordo nucleare

 
Libia: Ue, forte preoccupazione voto parlamento turco

Libia: Ue, forte preoccupazione voto parlamento turco

 
Brexit: chi entra e chi esce all'Eurocamera a fine mese

Brexit: chi entra e chi esce all'Eurocamera a fine mese

 

Il Biancorosso

mercato
Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

Ancora nessun botto: il Bari col freno tirato

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiLa tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 
TarantoA Taranto
«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

«ArcelorMittal», monta la protesta degli autotrasportatori

 
PotenzaLa relazione Dia
In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

In Basilicata aumentano i tentativi di «infiltrare» l’economia legale

 
Leccenel Leccese
Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

Infiltrazioni mafiose: in Salento sciolto comune di Scorrano

 
Barila procura
Bari, chiesto processo per ex giudice Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

Bari, chiesto processo per Bellomo: accusato anche di calunnia a Conte

 
Batnel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
MateraIl caso
Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

Metaponto, nel portafogli aveva 53 pasticche «da stupro»: denunciato

 

i più letti

Migranti: primo ok Pe a nuove regole più snelle diritto asilo

Migranti: primo ok Pe a nuove regole più snelle diritto asilo

BRUXELLES - Massimo sei mesi per valutare una domanda di protezione internazionale, riduzione del carico burocratico per i Paesi di primo ingresso, maggiori garanzie per i richiedenti asilo: queste le principali novità del regolamento che stabilisce una procedura comune di protezione internazionale nell'Unione votato oggi dalla Commissione Libertà Civili del Parlamento europeo.

 

Il testo ha ottenuto 36 voti a favore e 12 voti contro. "È un risultato storico per l'Italia dove i tempi lunghi e incerti (fino a 18 mesi) per ottenere un verdetto sulla domanda di richiesta d'asilo hanno contributo a creare Mafia Capitale e il business dell'immigrazione", ha commentato Laura Ferrara, europarlamentare M5s e relatrice del provvedimento. "Con questa riforma - ha proseguito - i tempi si accorciano, si snellisce la burocrazia e si assicura un giusto equilibro tra l'esigenza di garantire la protezione internazionale a chi ne ha diritto e una procedura veloce ed efficace".

 

"Uno dei nostri obiettivi politici - ha osservato ancora la relatrice - era quello di tagliare il cordone ombelicale che lega la criminalità organizzata con la gestione dei centri di accoglienza. Risultato raggiunto. Perché al termine dell'iter di approvazione il regolamento sarà direttamente applicabile negli Stati Membri e abrogherà la precedente Direttiva Procedure e le relative leggi nazionali di attuazione, tra cui per esempio il Decreto Minniti. Inoltre, procedure più veloci portano a un taglio dei costi crescenti che lo Stato italiano sta affrontando per i centri di accoglienza".

 

"Questo voto conferma che il lavoro del Movimento 5 Stelle è apprezzato in Europa. Dobbiamo archiviare in fretta gli errori del passato come il Regolamento di Dublino o l'operazione Triton. Le prossime battaglie politiche - ha concluso Ferrara - saranno la lotta agli scafisti e ai trafficanti e il ricollocamento obbligatorio e automatico di tutti i migranti arrivati in Italia".

 

La proposta di regolamento dovrà ora essere approvata dall'aula dell'Europarlamento e poi passare all'esame del Consiglio Ue. Questo mentre si sta ancora cercando un accordo tra Stati membri sulla proposta di riforma di Dublino che riguarda i meccanismi in base ai quali determinare a quale Paese spetta l'esame e l'eventuale accettazione della domanda d'asilo.

 

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie