Giovedì 13 Dicembre 2018 | 16:40

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 
Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

 
Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

 
Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

 
Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

 
Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

 
Manovra: Dombrovskis, stimolo Governo non funziona

Manovra: Dombrovskis, stimolo Governo non funziona

 
Da oggi shopping online in tutta Ue senza limitazioni aree

Da oggi shopping online in tutta Ue senza limitazioni aree

 
Eurozona: disoccupazione 8,1% a ottobre, più bassa da 2008

Eurozona: disoccupazione 8,1% a ottobre, più bassa da 2008

 
Manovra: Di Maio, accordo con Ue senza tradire italiani

Manovra: Di Maio, accordo con Ue senza tradire italiani

 

8 marzo: strategia Ue per più donne nel settore digitale

8 marzo: strategia Ue per più donne nel settore digitale

BRUXELLES - Una nuova strategia per incrementare la presenza nell'economia digitale è stata presentata oggi dalla commissaria europea Mariya Gabriel, responsabile del settore, intervenendo al Parlamento europeo ad un seminario sul ruolo delle donne nei media e nelle tecnologie dell'informazione. "Sono estremamente preoccupata dall'assenza delle donne nell'economia digitale", ha detto Gabriel, citando uno studio pubblicato oggi dall'esecutivo comunitario secondo cui il numero di donne che seguono studi superiori legati alle nuove tecnologie dell'informazione è in calo rispetto al 2011, e in generale in Europa ci sono quattro volte più uomini che donne con studi Ict, le tecnologie dell'informazione e della comunicazione.

 

"Un maggior numero di donne nell'occupazione digitale potrebbe portare a un incremento annuale del Pil di 16 miliardi di euro nell'Unione europea", ha sottolineato la commissaria. Tuttavia - si legge sul sito della Commissione -, solo il 24,9% delle donne si laurea in settori legati alla tecnologia e solo il 14,8% dei fondatori di startup sono donne, nonostante, le startup al femminile abbiano in generale maggiori probabilità di successo. La Commissaria Gabriel ha quindi illustrato agli eurodeputati un piano d'azione in tre punti: combattere gli stereotipi nei media, incoraggiare le ragazze a migliorare le competenze nel digitale e a seguire studi di scienza, matematica, ingegneria e tecnologia, promuovere l'imprenditoria digitale femminile.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400