Lunedì 17 Dicembre 2018 | 18:55

NEWS DALLA SEZIONE

Manovra: Ue, dialogo continua con Italia

Manovra: Ue, dialogo continua con Italia

 
Megalizzi, minuto di silenzio in sala stampa Commissione Ue

Megalizzi, minuto di silenzio in sala stampa Commissione Ue

 
Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

 
Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

 
Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

 
Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

 
Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 
Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

 
Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

 
Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

 

Eurozona: disoccupazione giovani, in Italia calo maggiore

Eurozona: disoccupazione giovani, in Italia calo maggiore

BRUXELLES - Disoccupazione giovanile leggermente in calo nella zona euro a gennaio, scendendo a 17,7% dal 17,9% di dicembre. In Italia è calata da 32,8% a 31,5%, il miglioramento più marcato della Ue anche se resta la terza più elevata dopo Grecia (43,7%) e Spagna (36%). Lo comunica Eurostat. In calo anche nella Ue-28: da 16,3% a 16,1%. I tassi più bassi si registrano in Repubblica Ceca (5,8%), Estonia (6,5%) e Germania (6,6%).

 

La disoccupazione nella zona euro resta stabile a 8,6% a gennaio, il tasso più basso da dicembre 2008. Stabile anche nella Ue-28, a 7,3%, la più bassa da ottobre 2008. Lo comunica Eurostat che per l'Italia conferma l'aumento a 11,1%, il terzo tasso più elevato d'Europa dopo Grecia (20,9%) e Spagna (16,3%). La disoccupazione più bassa dell'Ue si registra invece nella Repubblica Ceca (2,4%), a Malta (3,5%) e in Germania (3,6%). Stabile in Francia al 9%.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400