Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 12:50

NEWS DALLA SEZIONE

Manovra: Commissione Ue decide di non avviare procedura

Manovra: Commissione Ue decide di non avviare procedura

 
Manovra: fonti Mef, fatto l'accordo Roma-Bruxelles

Manovra: fonti Mef, fatto l'accordo Roma-Bruxelles

 
Crescono i 'mammoni', il 66,4% dei giovani a casa con i genitori

Crescono i 'mammoni', il 66,4% dei giovani a casa con i genitori

 
Manovra: Ue, dialogo continua con Italia

Manovra: Ue, dialogo continua con Italia

 
Megalizzi, minuto di silenzio in sala stampa Commissione Ue

Megalizzi, minuto di silenzio in sala stampa Commissione Ue

 
Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

 
Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

 
Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

 
Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

 
Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 

Ue, greci e italiani sono i meno ottimisti sul futuro

Ue, greci e italiani sono i meno ottimisti sul futuro

BRUXELLES - I meno ottimisti sul proprio futuro e su quello dei propri figli sono i greci, seguiti dagli italiani. Sono anche convinti che non troveranno un altro posto di lavoro equivalente, se perdono il proprio, e sono anche quelli che hanno più paura a restare da soli a casa di notte. Oltre il 55% degli italiani poi, così come croati, non si sente affatto di buonumore. E' il quadro che emerge dall'ultimo rapporto di Eurofound, l'agenzia dell'Ue per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, compilato con dati del 2016.

 

Secondo i dati, solo il 31% dei greci e il 47% di italiani si dice ottimista sul proprio futuro, e ancora meno sono quelli che hanno fiducia nel futuro dei propri figli (35% di greci e 41% di italiani). Del resto, solo il 12% di greci e il 21% di italiani ritiene che troverà un altro lavoro equivalente se perde il proprio. E in un grafico da 1 a 9, i greci sono preoccupati al livello 8 che il loro reddito non basterà durante la vecchiaia, gli spagnoli 7 e gli italiani 6. Ma chi si sente davvero emarginato dalla società sono ungheresi (19%) e bulgari (16%). E sono invece i croati a lamentarsi di più delle ore passate al lavoro: il 69% sostiene di non riuscire ad assolvere i compiti famigliari a causa del troppo lavoro, l'81% rientra troppo tardi anche per fare i lavori domestici.

 

Passando al fattore sicurezza invece, il 32% di greci e italiani non si sente al sicuro quando resta da solo a casa di notte, la percentuale più alta di tutta la Ue. Quanto al benessere psicologico poi, italiani e croati sono i più bassi nella scala europea. Tanto che solo il 39% di italiani e il 36% di croati si sente spesso rilassato, le percentuali più basse. Per quanto riguarda i servizi di assistenza, gli italiani sono i meno soddisfatti quando si parla del settore infanzia: non ritengono gli operatori adeguati, né le strutture scolastiche, né il livello dell'istruzione.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400