Lunedì 20 Gennaio 2020 | 01:41

NEWS DALLA SEZIONE

Tregua Usa-Cina sui dazi: industria Usa, accordo frena invadenza Ue su Dop

Tregua Usa-Cina sui dazi: industria Usa, accordo frena invadenza Ue su Dop

 
Green deal: 364 milioni a Italia per mobilitare 4,8 miliardi

Green deal: 364 milioni a Italia per mobilitare 4,8 miliardi

 
Vino: produttori Ue e Usa chiedono a governi 'dazi zero'

Vino: produttori Ue e Usa chiedono a governi 'dazi zero'

 
Libia: Ue denuncia le ingerenze di Russia e Turchia

Libia: Ue denuncia le ingerenze di Russia e Turchia

 
Ferreira, servono nuove risorse per il Fondo di transizione verde

Ferreira, servono nuove risorse per il Fondo di transizione verde

 
Agroalimentare: con 14,7 miliardi a ottobre nuovo record export Ue

Agroalimentare: con 14,7 miliardi a ottobre nuovo record export Ue

 
Agea: Psr, 12 programmi su 13 superano obiettivo spesa

Agea: Psr, 12 programmi su 13 superano obiettivo spesa

 
Eurozona: prezzi produzione industriale, +0,2% a novembre

Eurozona: prezzi produzione industriale, +0,2% a novembre

 
Ue deplora la decisione dell'Iran su accordo nucleare

Ue deplora la decisione dell'Iran su accordo nucleare

 
Libia: Ue, forte preoccupazione voto parlamento turco

Libia: Ue, forte preoccupazione voto parlamento turco

 
Brexit: chi entra e chi esce all'Eurocamera a fine mese

Brexit: chi entra e chi esce all'Eurocamera a fine mese

 

Il Biancorosso

Serie C
Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

Goleada del Bari contro il fanalino di coda Rieti: il videocommento

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl 22 gennaio
Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

Bari, al via il convegno «Il senso delle parole» con FNSI e Martella

 
FoggiaL'operazione dei cc
Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

Cerignola, beccati 4 giovanissimi ladri di moto: arrestati

 
TarantoIl caso
Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

Capitale della Cultura italiana 2021: prove di sintesi fra Taranto e Grecìa Salentina

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Materaarte
Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

Matera, boom dei musei: presenze salgono del 28,98%

 
Leccenel Salento
S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

S.M. al Bagno, il campanile cade a pezzi: è allarme

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Ue, greci e italiani sono i meno ottimisti sul futuro

Ue, greci e italiani sono i meno ottimisti sul futuro

BRUXELLES - I meno ottimisti sul proprio futuro e su quello dei propri figli sono i greci, seguiti dagli italiani. Sono anche convinti che non troveranno un altro posto di lavoro equivalente, se perdono il proprio, e sono anche quelli che hanno più paura a restare da soli a casa di notte. Oltre il 55% degli italiani poi, così come croati, non si sente affatto di buonumore. E' il quadro che emerge dall'ultimo rapporto di Eurofound, l'agenzia dell'Ue per il miglioramento delle condizioni di vita e di lavoro, compilato con dati del 2016.

 

Secondo i dati, solo il 31% dei greci e il 47% di italiani si dice ottimista sul proprio futuro, e ancora meno sono quelli che hanno fiducia nel futuro dei propri figli (35% di greci e 41% di italiani). Del resto, solo il 12% di greci e il 21% di italiani ritiene che troverà un altro lavoro equivalente se perde il proprio. E in un grafico da 1 a 9, i greci sono preoccupati al livello 8 che il loro reddito non basterà durante la vecchiaia, gli spagnoli 7 e gli italiani 6. Ma chi si sente davvero emarginato dalla società sono ungheresi (19%) e bulgari (16%). E sono invece i croati a lamentarsi di più delle ore passate al lavoro: il 69% sostiene di non riuscire ad assolvere i compiti famigliari a causa del troppo lavoro, l'81% rientra troppo tardi anche per fare i lavori domestici.

 

Passando al fattore sicurezza invece, il 32% di greci e italiani non si sente al sicuro quando resta da solo a casa di notte, la percentuale più alta di tutta la Ue. Quanto al benessere psicologico poi, italiani e croati sono i più bassi nella scala europea. Tanto che solo il 39% di italiani e il 36% di croati si sente spesso rilassato, le percentuali più basse. Per quanto riguarda i servizi di assistenza, gli italiani sono i meno soddisfatti quando si parla del settore infanzia: non ritengono gli operatori adeguati, né le strutture scolastiche, né il livello dell'istruzione.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie