Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 15:41

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 
Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

 
Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

 
Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

 
Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

 
Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

 
Manovra: Dombrovskis, stimolo Governo non funziona

Manovra: Dombrovskis, stimolo Governo non funziona

 
Da oggi shopping online in tutta Ue senza limitazioni aree

Da oggi shopping online in tutta Ue senza limitazioni aree

 
Eurozona: disoccupazione 8,1% a ottobre, più bassa da 2008

Eurozona: disoccupazione 8,1% a ottobre, più bassa da 2008

 
Manovra: Di Maio, accordo con Ue senza tradire italiani

Manovra: Di Maio, accordo con Ue senza tradire italiani

 

Giorno memoria: Mogherini, tradurre parole in politiche

Giorno memoria: Mogherini, tradurre parole in politiche

BRUXELLES - "Le parole che diciamo per il Giorno della memoria devono tradursi in politiche per tutti i giorni". E' il monito dell'Alto rappresentate Ue Federica Mogherini, ricordando che "ogni giorno lavoriamo con i nostri partner per combattere il terrorismo, l'antisemitismo, la xenofobia e l'incitazione all'odio" in Europa, oltre "preservare non solo la memoria dell'Olocausto ma la diversità culturale e religiosa del nostro continente". Oggi, infatti, "ancora 70 anni dopo" l'Olocausto, "l'antisemitismo, la discriminazione e l'incitazione all'odio sono di nuovo in aumento in Europa", per questo, ha concluso Mogherini, "il miglior antidoto contro questa follia è la conoscenza".

 

"È essenziale che i nostri figli imparino la Shoah e visitino Auschwitz e altri campi di concentramento, per capire cosa è successo e non farlo mai più accadere", precisa Mogherini, aggiungendo che "è ancora più importante che la cultura ebraica rimanga la parte integrante della nostra comune cultura europea, come è sempre stata. La storia della nostra Unione Europea è legata alla storia del popolo ebraico. L'Unione europea non potrebbe esistere senza il ricordo della Shoah e non potrebbe esistere senza gli ebrei europei".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400