Lunedì 17 Dicembre 2018 | 03:35

NEWS DALLA SEZIONE

Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

Manovra: Merkel, fiduciosa su possibilità accordo

 
Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

Conte, saldo è quello, non ci sono altri margini

 
Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

Bilancio Ue: summit, slitta a fine '19 intesa su post 2020

 
Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

Europarlamento propone 13 mld per fondo difesa Ue post-2020

 
Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

Eurozona: Eurostat conferma pil +0,2%, Italia -0,1%

 
Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

Eurozona: occupazione +0,2% ma in Italia -0,3% in III trimestre

 
Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

Tav: Ue, ritardi possono portare anche a taglio fondi

 
Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

Migranti: Ue valuta 6 mesi proroga tecnica per Sophia

 
Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

Per Ue più sovrana Bruxelles punta a rafforzare ruolo euro

 
Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

Banche: ok Ecofin a pacchetto misure che riducono rischi

 
Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

Salvini nominato personalità chiave Ue 2019 da 'Politico.eu'

 

Juncker, eccellente incontro con Berlusconi

Juncker, eccellente incontro con Berlusconi

BRUXELLES - "Eccellente". Così il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker ha risposto alla domanda su come fosse andato l'incontro con Silvio Berlusconi a Bruxelles.

 

"Con Juncker, con cui ho un'antica amicizia, abbiamo parlato dei problemi attuali del mondo e dell'Italia. L'ho messo al corrente su come funziona la preparazione delle elezioni in Italia e dei temi importanti per noi, tra cui l'immigrazione". Così Silvio Berlusconi parlando con i giornalisti dell'incontro con il presidente della Commissione Ue Jean Claude Juncker. "Ho potuto constatare che da parte sua c'è la nostra stessa nostra volontà ad aiutare gli stati africani a darsi dell'economie che possano far si che i nativi non debbano,per raggiungere il benessere, trasferirsi nell'Occidente".

 

"Con Juncker è stato un colloquio totalmente positivo", ha sottolineato Berlusconi. "Abbiamo parlato del numero delle guardie di frontiera, che può essere aumentato in modo che ci siano degli hot spot, anche in Italia, di guardie che vengono dagli altri Paesi europei", ha detto Berlusconi. L'ex premier ha poi aggiunto che nel colloquio si è anche discusso dei "problemi relativi alla Federazione Russa" e che anche Juncker "ha degli ottimi rapporti con Vladimir Putin", ed entrambi "abbiamo convenuto dell'importanza che ha per l'Europa e anche per l'Occidente continuare in una relazione che deve essere amichevole così come era stata nel 2002 a Pratica di Mare e come è venuta degradando successivamente in questi ultimi due anni". Il leader di Forza Italia ha infine aggiunto di essere rimasto "molto soddisfatto dell'apprezzamento nei confronti del nostro Paese e di quello che la Commissione europea intende fare per imporre delle imposte ai grandi protagonisti di internet".

 

L'ex premier ha incontrato anche il capo negoziatore dell'Ue per la Brexit, Michel Barnier. "Oggi è stata una giornata di cui essere soddisfatti - ha detto -. Ho incontrato Michel Barnier che mi ha raccontato la situazione delle trattative con l'Inghilterra, e mi ha rassicurato sul fatto che gli europei, quindi anche i 600mila italiani" che vivono nel Regno Unito "godranno della stessa situazione, dopo che saranno scattati i patti con l'Europa, che hanno ora, e questo è molto importante".

 

"Con Juncker è stato un colloquio totalmente positivo". Così Silvio Berlusconi dopo il faccia a faccia con il presidente della Commissione europea oggi a Bruxelles. "Abbiamo parlato del numero delle guardie di frontiera, che può essere aumentato in modo che ci siano degli hot spot, anche in Italia, di guardie che vengono dagli altri Paesi europei", ha detto Berlusconi. L'ex premier ha poi aggiunto che nel colloquio si è anche discusso dei "problemi relativi alla Federazione Russa" e che anche Juncker "ha degli ottimi rapporti con Vladimir Putin", ed entrambi "abbiamo convenuto dell'importanza che ha per l'Europa e anche per l'Occidente continuare in una relazione che deve essere amichevole così come era stata nel 2002 a Pratica di Mare e come è venuta degradando successivamente in questi ultimi due anni". Il leader di Forza Italia ha infine aggiunto di essere rimasto "molto soddisfatto dell'apprezzamento nei confronti del nostro Paese e di quello che la Commissione europea intende fare per imporre delle imposte ai grandi protagonisti di internet".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400