Domenica 09 Dicembre 2018 | 19:59

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Europee 2019: studio, difficile Italia resti influente in Ue

Europee 2019: studio, difficile Italia resti influente in Ue

BRUXELLES  - La recente "disastrosa prestazione elettorale dei partiti italiani tradizionali complicherà ulteriormente le chance per l'Italia nel mantenere il suo attuale e piuttosto elevato livello di influenza a livello Ue". E' uno degli scenari ipotizzati dal centro studi Votewatch.

 

 

Secondo l'analisi "se gli italiani avranno o meno posizioni chiave a livello europeo nel 2019 dipenderà anche dalla composizione del prossimo governo, ma anche da come si muoverà il Movimento a 5 stelle dopo l'eventuale scomparsa del suo attuale gruppo politico (Efdd)" al Parlamento europeo, dove potrebbe "unirsi ad una delle forze politiche moderate o decidere di restare ai margini".

 

 

 

Votewatch specula anche sui papabili e futuri presidenti delle tre importanti istituzioni europee. In pole per la Commissione viene dato Michel Barnier, capo negoziatore Ue per la Brexit, mentre sul più alto scranno a Strasburgo non si esclude una delle figure rilevanti tra le delegazioni che potrebbero entrare nel futuro gruppo Europe en Marche, fondato da Emmanuel Macron, magari uno spagnolo di Ciudadanos.

 

 

 

Al gruppo dei Socialisti e Democratici (S&D) potrebbe rimanere la poltrona di Alto rappresentante Ue, ora affidata a Federica Mogherini, e che potrebbe essere affidata ad un tedesco. Infine i popolari potrebbero guadagnarsi la presidenza del Consiglio europeo. Tutte ipotesi, sulle quali il condizionale è d'obbligo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400