Lunedì 10 Dicembre 2018 | 17:29

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Fondi Ue: Europa Nostra, riconoscere ruolo cultura in coesione

Fondi Ue: Europa Nostra, riconoscere ruolo cultura in coesione

BRUXELLES - Dedicare risorse "sufficienti" alla politica di coesione europea anche dopo il 2020 e "riconoscere esplicitamente" il ruolo chiave della cultura nel promuovere l'inclusione sociale e ridurre le disparità regionali. È l'appello lanciato da Europa Nostra, l'organizzazione che si batte per la tutela del patrimonio culturale europeo e ha membri provenienti da più di 40 Paesi, fra cui 15 enti e associazioni in Italia. Il 2018 è l'Anno europeo del patrimonio culturale e il trentesimo anniversario della politica di coesione, sottolinea l'associazione in una nota, è quindi il momento di riconoscere il lavoro fatto negli anni per valorizzare e ristrutturare siti d'importanza internazionale attraverso i fondi strutturali.

 

Circa 11 miliardi provenienti dal Fesr (Fondo Ue per lo sviluppo regionale) sono stati dedicati a questi progetti dal 2007 ad oggi, per questo è "sorprendente" che la cultura non sia menzionata fra le aree rilevanti nella settima relazione sulla politica di coesione pubblicata a ottobre dalla Commissione Ue, lamenta Europa Nostra.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400