Sabato 15 Dicembre 2018 | 16:33

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

De Vincenti, politica coesione non si tocca

De Vincenti, politica coesione non si tocca

ROMA - "Nonostante la Brexit, le politiche di coesione devono restare in cima al programma dell'Europa e quindi nel prossimo bilancio Ue le risorse per la coesione non devono diminuire. Tanto per essere chiari, il Governo italiano ritiene inaccettabile sia lo scenario in cui la riduzione è tale che restano Fondi strutturali solo per i Paesi dell'Est sia lo scenario che lascia fondi solo alle regioni meno sviluppate". Così il ministro per la Coesione territoriale e il Mezzogiorno Claudio De Vincenti al convegno internazionale organizzato a Bologna dalla Regione Emilia-Romagna sul tema "La politica di coesione per il futuro dell'Europa". "Le risorse devono essere tali che tutte le regioni europee possano usufruire dei Fondi strutturali, naturalmente in misura diversa a seconda della situazione economica e sociale in cui ognuna di esse si trova. Questa è la linea che il 12 aprile porterò a Lussemburgo, al Consiglio Ue dedicato alla coesione", ha detto De Vincenti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400