Lunedì 22 Ottobre 2018 | 16:43

NEWS DALLA SEZIONE

Ue, Usa e Russia mantengano dialogo costruttivo su Inf

Ue, Usa e Russia mantengano dialogo costruttivo su Inf

 
Eurostat: Italia, debito a 131,2% e deficit al 2,4% nel 2017

Eurostat: Italia, debito a 131,2% e deficit al 2,4% nel...

 
Kashoggi: Mogherini, indagine faccia chiarezza su omicidio

Kashoggi: Mogherini, indagine faccia chiarezza su omici...

 
Brexit: Ue, lavoriamo per intesa, ma avanti su piani emergenza

Brexit: Ue, lavoriamo per intesa, ma avanti su piani em...

 
Brexit: una marea umana a Londra per il referendum bis

Brexit: una marea umana a Londra per il referendum bis

 
Corte Ue, Polonia si fermi subito su Corte suprema

Corte Ue, Polonia si fermi subito su Corte suprema

 
Ue-Asia: Juncker, sostenere multilateralismo, Wto e Onu

Ue-Asia: Juncker, sostenere multilateralismo, Wto e Onu

 
Brexit: Barnier, Irlanda può ancora far saltare tutto

Brexit: Barnier, Irlanda può ancora far saltare tutto

 
Alitalia: Vestager, chiarimenti anche su interessi prestito

Alitalia: Vestager, chiarimenti anche su interessi pres...

 
Macron, Claviere fatto totalmente isolato

Macron, Claviere fatto totalmente isolato

 
Lussemburgo: media, Bettel incaricato formare nuovo governo

Lussemburgo: media, Bettel incaricato formare nuovo gov...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Studio Ong, città vietino anche diesel Euro 6 per ridurre smog

Studio Ong, città vietino anche diesel Euro 6 per ridurre smog

BRUXELLES - Le città europee che hanno varato misure permanenti anti-smog dovrebbero impedire l'accesso alle zone a basse emissioni anche ai veicoli diesel Euro 6. Sono le conclusioni di uno studio della Ong Transport&Environment sulle strategie anti-smog adottate da 11 centri urbani europei, tra cui Milano.

 

"Una delle principali debolezze è l'esenzione generale per i veicoli Euro 6", sottolinea lo studio, "mentre meno del 10% dei nuovi diesel Euro 6 in vendita soddisfano i limiti di emissione dell'Ue". "Questi motori - si legge nello studio - dovrebbero essere aggiornati per rispettare i limiti o non essere consentiti nelle città". Senza iniziative dei costruttori, "le città che hanno violato i limiti dell'inquinamento atmosferico per quasi un decennio non hanno altra scelta se non quella di attuare drastiche misure di restrizione alla circolazione delle auto per proteggere la salute pubblica".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400