Lunedì 10 Dicembre 2018 | 13:37

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Difesa Ue:ok Pe ad avvio negoziati con Consiglio-Commissione

Difesa Ue:ok Pe ad avvio negoziati con Consiglio-Commissione

STRASBURGO -  Il Parlamento europeo, riunito a Strasburgo in sessione plenaria, ha approvato il mandato per avviare i negoziati con Consiglio e Commissione sul Programma europeo di sviluppo del settore industriale della Difesa. 

 

"Sono felice che oggi il Parlamento abbia deciso di andare al negoziato con una posizione che ribalta la proposta iniziale della Commissione - ha commentato in una nota l'eurodeputato Brando Benifei, Pd, membro della sottocommissione Sicurezza e Difesa. Secondo questa, infatti, il numero minimo di stati membri coinvolti nei singoli progetti legati al programma poteva essere di due, ma ciò non avrebbe che confermato l'esistente e accentuato ancora di più il predominio franco-tedesco nel settore, che sta conoscendo un rilancio grazie all'impulso delle istituzioni Ue sulla Difesa comune". 

 

Secondo Benifei "il Parlamento attraverso un lavoro che ha visto coinvolte 4 commissioni nei mesi scorsi (industria, difesa, bilancio e mercato interno), ha sancito in 3 casi su 4 la richiesta di portare il numero minimo a 3 Paesi. Un grande successo per l'Italia, che vedrà aumentare le possibilità di partecipare in più progetti con le sue imprese".

 

 

"E un grande valore aggiunto europeo al programma, che così si delinea come vero esperimento concreto di cooperazione tra più Stati membri in vista di una futura Difesa comune europea, sempre meno un'utopia dei padri fondatori dell'Europa e sempre più realtà", ha proseguito Benifei promettendo che si cercherà "di mantenere tale impostazione anche nei complicati negoziati che ci attendono nelle prossime settimane". 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400