Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 14:44

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

i più visti della sezione

Brexit: Labour pronto a svolta, sì a 'nuova unione doganale'

Brexit: Labour pronto a svolta, sì a 'nuova unione doganale'

LONDRA - Il Partito Laburista di Jeremy Corbyn è pronto a una "svolta" sul dossier Brexit e a dirsi a favore d'una nuova unione doganale con l'Ue dopo il divorzio formale da Bruxelles. Con un mossa destinata ad approfondire le distanze dalla posizione della premier Theresa May, ma forse a trovare sponde fra i Conservatori ostili a una 'hard Brexit'. Lo riporta la Bbc, dando credito alle anticipazioni fatte da Keir Starmer, ministro ombra per la Brexit.

 

Starmer ha detto che Corbyn ufficializzerà questo punto in un discorso atteso per oggi. E che c'è ora unanimità nel vertice Labour sulla necessità di firmare per il dopo Brexit un nuovo trattato con l'Ue "che faccia il lavoro dell'unione doganale", con obblighi e vantaggi connessi: inclusa la rinuncia del Regno alla piena libertà di firmare accordi commerciali con Paesi terzi, cavallo di battaglia dei 'brexiteers'. Corbyn non pare invece per ora intenzionato a proporre la permanenza nel mercato unico (e il mantenimento della libertà di movimento delle persone) come gli chiedono in un appello 80 personalità laburiste eurofile.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400