Venerdì 14 Dicembre 2018 | 21:04

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Parlamento Ue, budget post Brexit copra 10 anni

Parlamento Ue, budget post Brexit copra 10 anni

BRUXELLES - Un bilancio all'altezza delle ambizioni della Ue. Con questo obiettivo la Commissione Bilancio del Parlamento Ue ha approvato oggi due rapporti sui futuri quadri finanziari comunitari, i primi del post-Brexit. In concreto gli eurodeputati chiedono che il prossimo periodo di bilancio passi dagli attuali 7 anni a 10, cioè due legislature. E che l'ammontare sia pari all'1,3% del Pil comunitario, contro l'attuale 1%. La Commissione Bilancio chiede anche di sopprimere tutti i vari 'rebates', gli sconti, e le correzioni accordate ad alcuni Stati Ue, il più famoso dei quali è quello di Londra.

 

Quanto ai settori di spesa, i deputati sostengono che è necessario continuare a finanziare l'agricoltura e la politica di coesione fornendo al tempo stesso risorse adeguate alle nuove sfide, quali la sicurezza, la difesa e le migrazioni. Andando proprio alle risorse, la Commissione del Parlamento Ue propone di ridurre in "maniera sostanziale" l'apporto degli Stati membri: obiettivo è arrivare al 40% del bilancio Ue con fondi degli Stati, e di coprire il resto con risorse proprie, che possono venire da Iva, web tax, tassa sulle transazioni finanziarie e tasse ambientali.

 

Gli eurodeputati hanno anche ribadito che il mancato gettito derivato da Brexit non può essere colmato aumentando il carico fiscale globale sui contribuenti europei.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400