Lunedì 21 Gennaio 2019 | 09:14

NEWS DALLA SEZIONE

Ue-Usa: Bruxelles propone avvio negoziati per stop dazi

Ue-Usa: Bruxelles propone avvio negoziati per stop dazi

 
Armi chimiche: verso sanzioni Ue, anche per caso Skripal

Armi chimiche: verso sanzioni Ue, anche per caso Skripal

 
Ue-19: Eurostat, l'inflazione annuale a dicembre cala a 1,6%

Ue-19: Eurostat, l'inflazione annuale a dicembre cala a 1,6%

 
Brexit: Barnier, se Regno Unito sposta paletti pronti a trattare

Brexit: Barnier, se Regno Unito sposta paletti pronti a trattare

 
Europee: sanzioni a partiti che violano dati personali in Ue

Europee: sanzioni a partiti che violano dati personali in Ue

 
Tajani, bene decisione Commissione Ue di imporre dazi su riso

Tajani, bene decisione Commissione Ue di imporre dazi su riso

 
Pe chiede più sostegno per imprese crisi da globalizzazione

Pe chiede più sostegno per imprese crisi da globalizzazione

 
Bruxelles propone di togliere unanimità per decisioni Ue su fisco

Bruxelles propone di togliere unanimità per decisioni Ue su fisco

 
Tajani, completare unione bancaria e mercato dei capitali

Tajani, completare unione bancaria e mercato dei capitali

 
Eurozona: surplus di 19 miliardi commercio internazionale a novembre

Eurozona: surplus di 19 miliardi commercio internazionale a novembre

 
Auto senza conducente, Eurocamera chiede norme su sicurezza

Auto senza conducente, Eurocamera chiede norme su sicurezza

 

In primavera via a test su 'doppia qualità' prodotti alimentari tra Europa Est e Ovest

In primavera via a test su 'doppia qualità' prodotti alimentari tra Europa Est e Ovest

BRUXELLES - Saranno pronti entro aprile i criteri di ricerca comuni che permetteranno ai Paesi di verificare se esiste una 'doppia qualità' degli alimenti all'interno della Ue. Lo ha annunciato la commissaria per la tutela dei consumatori Vera Jourova.

 

E' la risposta dell'Esecutivo Ue alle pressioni che dal 2016 arrivano da diversi paesi dell'Europa centro-orientale, secondo cui la qualità di alcuni prodotti (bevande analcoliche, caffè, bastoncini di pesce) disponibili nei loro mercati sarebbe più bassa rispetto a quella di prodotti della stessa marca venduti oltre frontiera.

Una tesi finora sostenuta sulla base di un numero limitato di studi realizzati con metodi diversi. Ecco perché gli esperti di sedici Stati, delle associazioni di categoria e del Centro comune di ricerca della commissione, stanno lavorando su una metodologia condivisa Ue per individuare e testare un paniere di prodotti in vendita in più paesi dell'Unione.

In maggio dovrebbero partire le analisi, con la partecipazione almeno dei 16 paesi coinvolti nella preparazione della metodologia, di cui l'Italia al momento non fa parte. I primi risultati sono attesi entro la fine dell'anno. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400