Sabato 15 Dicembre 2018 | 08:40

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Migranti: Ue, -43% domande asilo in 2017, ma numero resta alto

Migranti: Ue, -43% domande asilo in 2017, ma numero resta alto

BRUXELLES - Nel 2017 l'Ue più Norvegia e Svizzera hanno ricevuto il 43% di richieste d'asilo in meno del 2016, ma il numero - pari a 706.913 domande - resta comunque "considerevole". Lo comunica l'Agenzia europea per il sostegno all'asilo (Easo). Si tratta del secondo anno consecutivo in cui si registrano dati in calo, dopo il flusso record del 2015. 

 

Nonostante questa diminuzione, il 2017 ha registrato un livello leggermente più alto delle richieste presentate nel 2014, e questo indica che il flusso è stato "importante". Una su tre richieste è stata presentata da siriani, iracheni, afghani o nigeriani. In particolare, rispetto al 2016, si sono registrate il doppio di domande da parte di siriani, pari a 98mila. Tra i principali Paesi di provenienza anche Pakistan, Eritrea, Albania, Bangladesh, Guinea e Iran.

 

Nel 2017 l'Ue più Norvegia e Svizzera hanno rilasciato 981.615 decisioni di prima istanza, il 13% in meno del 2016. Di queste, solo il 40% positive. A fine 2017 erano 462.532 le richieste ancora in attesa di una decisione di prima istanza.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400