Giovedì 13 Dicembre 2018 | 07:53

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Monito Ue, Italia adotti mappe acustiche e piani anti rumore

Monito Ue, Italia adotti mappe acustiche e piani anti rumore

BRUXELLES - L'Italia deve rispettare le regole Ue contro il rumore ambientale, e tracciare le necessarie mappe acustiche e i piani anti-rumore. E' il monito lanciato dalla Commissione Ue, che ha aggravato la procedura d'infrazione aperta contro l'Italia con l'invio di un parere motivato.

 

Il rumore ambientale è infatti la seconda causa di decessi prematuri dopo l'inquinamento atmosferico. La direttiva Ue del 2002 prevede che gli stati membri adottino mappe acustiche sull'esposizione al rumore nei maggiori centri, lungo gli assi stradali e ferroviari principali e in prossimità degli aeroporti più importanti. Queste sono la base per definire i piani d'azione antirumore.

 

Bruxelles ha aperto l'infrazione nel 2013 e nel 2016 ha inviato una seconda lettera di messa in mora. Oggi mancano ancora mappe strategiche per 17 agglomerati e 22 strade, e devono essere adottati piani d'azione per 32 agglomerati, 858 strade e un asse ferroviario. Da qui la decisione di inviare un parere motivato. L'Italia ha ora due mesi per rispondere, altrimenti rischia di finire alla Corte Ue.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400