Giovedì 13 Dicembre 2018 | 00:25

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

Cameron, Brexit? Meno peggio di quanto pensassi

Cameron, Brexit? Meno peggio di quanto pensassi

LONDRA - La Brexit? "Un errore, non un disastro". David Cameron, l'ex primo ministro Tory britannico promotore del referendum del 2016 sfociato nel 'sì' al divorzio del Regno Unito da Bruxelles, ma poi sostenitore della campagna a favore della permanenza nell'Ue, frena sulle conseguenze di quel voto: e si dice oggi convinto da Davos che in fin dei conti il diavolo potrebbe non essere così brutto come egli stesso se lo era dipinto.

 

"Continuo a dire che la Brexit è stata un errore, ma ora non penso più sia un disastro", ha affermato Cameron durante un colloquio con il magnate indo-britannico dell'acciaio Lakshmi Mittal carpito dal Channel 5 a margine del World Economic Forum.

 

"Si sta rivelando meno negativa di quanto pensassi, anche se resta il fatto che sarà difficile", ha quindi aggiunto. Di tutt'altro avviso, in una sorta di confronto a distanza fra ex premier, Tony Blair (pure presente a Davos), secondo cui la Brexit indebolirà gravemente Londra a livello internazionale. E renderà il Regno "ancor più dipendente dagli Usa".

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400