Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 04:35

NEWS DALLA SEZIONE

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

 
Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

 
May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 

Banche: correntisti italiani tra i meno digitali d'Europa

Banche: correntisti italiani tra i meno digitali d'Europa

BRUXELLES - L'Italia è fra i Paesi in Europa dove si fa meno ricorso all'home banking, cioè all'uso di servizi bancari via internet. Eurostat rivela che, se circa un europeo su due (51%) dichiara di ricorrere al web per gestire il proprio conto corrente, nel nostro Paese lo fa invece meno di un italiano su tre (31%).

L'Italia è così 23ma sui 28 Paesi Ue nella speciale classifica stilata dall'istituto statistico europeo. Fanno peggio Bulgaria (5%), Romania (7%), Grecia (25%), Cipro (28%), mentre il Portogallo registra lo stesso dato italiano (31%).

In testa fra i correntisti 'più digitali' dell'Unione, che hanno fra i 16 e i 74 anni, ci sono i danesi (90%) e gli olandesi (89%). Negli ultimi 10 anni la media Ue è salita del 25%.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400