Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 02:44

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

i più visti della sezione

Indagine Ue, offerte ingannevoli in 3 siti web su 4

Indagine Ue, offerte ingannevoli in 3 siti web su 4

BRUXELLES - Più di tre siti internet su quattro, tra quelli che offrono pacchetti telefonici e servizi di streaming, sono sospettati di violazione delle normative europee a tutela dei consumatori. E' il risultato di una ricerca realizzata su 207 siti web dalla Commissione europea, stando alla quale 163 hanno adottato pratiche che potrebbero essere oggetto di sanzione. Tra i comportamenti sospetti più diffusi, la distribuzione all'interno di pacchetti a pagamento di prodotti definiti 'gratis', la mancanza di adeguati strumenti di risposta alle contestazioni dei clienti e il fatto che molti di questi siti possono unilateralmente modificare i termini contrattuali senza informare il consumatore. "Gli utenti - sottolinea Vera Jourova, commissaria per la tutela dei consumatori - fanno uso quotidianamente dei loro abbonamenti online e dovrebbero potersi fidare di questi servizi". La Commissione ha recentemente proposto una normativa più stringente contro queste pratiche, offrendo maggiori strumenti alle autorità di controllo nazionali.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400