Venerdì 14 Dicembre 2018 | 21:26

NEWS DALLA SEZIONE

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 

Castaldo (M5S), rilanciare risorse proprie Unione

Castaldo (M5S), rilanciare risorse proprie Unione

ROMA -  Nell'ambito della politica di coesione dell'Unione europea "bisogna difendere l'ammontare del fondo partendo dal rilancio delle risorse proprie dell'Unione e andando a integrare le risorse del bilancio Ue con nuove entrate.

Il Movimento 5 Stelle da sempre lotta per inserire Carbon Tax, Web tax e Tobin Tax come possibili soluzioni per ovviare a questo problema". A dirlo è il vice presidente del Parlamento europeo, Fabio Massimo Castaldo (M5S), a margine dell'incontro 'La Politica di coesione verso il quadro finanziario pluriennale post 2020' organizzato a Roma da Parlamento europeo e Commissione europea.

"C'è uno scenario inquietante, quello di un taglio di un terzo dei fondi", continua Castaldo spiegando che in questo caso paesi come l'Italia sarebbero completamente esclusi dalla politica di coesione dell'Ue. Per scongiurare questo rischio, secondo Castaldo: "come sistema politico, dobbiamo impostare la sfida e, per vincerla, dobbiamo renderci conto che c'è un interesse nazionale ed europeo da difendere".

Alcune regioni del Sud Italia "hanno dimostrato in questi anni di non essere sempre all'altezza del sistema, abbiamo perso circa 160 milioni di euro nella scorsa programmazione, un dato che non possiamo permetterci e per questo serve maggiore coordinamento e pressione nazionale sull'operato delle nostre regioni", ha concluso l'europarlamentare 5 Stelle. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400