Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 07:21

NEWS DALLA SEZIONE

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 
Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

Avramopoulos, migliaia vittime tratta in Ue, 44% è europeo

 
Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

Riso: Comitato Ue si spacca su ripristino dazi

 
Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

Raggiunta intesa Ue su norme 'antidumping' autotrasportatori

 
Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

Avvocato Ue, Gran Bretagna può fermare Brexit unilateralmente

 
Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

Manovra: ok Eurogruppo a opinione Commissione Ue

 

i più visti della sezione

Migranti: buone pratiche integrazione Roma in report Ue-Ocse

Migranti: buone pratiche integrazione Roma in report Ue-Ocse

BRUXELLES - Dall'esperienza del Centro Astalli, alla rete delle biblioteche municipali attive per lo scambio di competenze; dall'iniziativa dell'Agenzia di mediazione abitativa di Roma (Amar), a quella di 'Residenze fittizie. Via Modesta Valenti' che permette a persone senza fissa dimora di accedere ai servizi del territorio: le buone pratiche di Roma sull'integrazione dei richiedenti asilo sono tra gli esempi citati da Commissione europea e Ocse, in una relazione pubblicata oggi.

 

Nel rapporto, in cui si prendono in esame nove grandi città europee tra cui Amsterdam, Atene, Berlino, Parigi e Roma, si individuano le sfide per l'integrazione dei rifugiati al livello locale, mettendo in evidenza 12 punti chiave, a partire da lavoro, salute e istruzione.

 

Lo studio evidenzia come la maggior parte dei richiedenti asilo sia di solito concentrata nelle città più grandi, spesso le capitali, tanto che nel 2016, le regioni di Vienna e Roma sono state quelle ad aver ospitato il maggior numero di richiedenti asilo dei rispettivi Paesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400