Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 14:32

NEWS DALLA SEZIONE

Plastica: c'è l'accordo Ue, restrizioni su monouso dal 2021

Plastica: c'è l'accordo Ue, restrizioni su monouso dal 2021

 
Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

Eurozona, l'inflazione annuale a novembre scende a 1,9%

 
Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

Eurozona: surplus di 14 mld commercio internazionale ad ottobre

 
May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

May, l'Ue disponibile ad altri chiarimenti su Brexit

 
Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

Migranti: Belgio, fuori da Schengen chi blocca Dublino

 
Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

Lavoro: intesa 28 su creazione nuova Agenzia Ue ad hoc

 
Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

Corte Ue, lauree contemporanee vanno sempre riconosciute

 
Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

Bce: Ue, ok finale a Enria a capo supervisione bancaria

 
Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

Npl: Tajani, proposta votata da Pe assicura maggiore stabilità

 
Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

Dieta Med: una 'giornata europea' può allungare la vita

 
Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

Ok finale a nuovo Codice Ue tlc, in vigore da 20 dicembre

 

Rifiuti, Parlamento Ue dice addio a discariche, nuovi target riciclo

Rifiuti, Parlamento Ue dice addio a discariche, nuovi target riciclo

BRUXELLES - Aumento dei rifiuti urbani destinati a riciclo, drastica riduzione dello smaltimento in discarica, obbligo di differenziata in tutta Europa per organici (il cosiddetto 'umido') tessili e rifiuti pericolosi domestici, come le vernici. Sono le nuove norme Ue sui rifiuti del pacchetto 'economia circolare', frutto di un accordo raggiunto dalle istituzioni europee in dicembre e approvate oggi dalla plenaria dell'Europarlamento ad ampia maggioranza.

 

Il pacchetto economia circolare stabilisce che entro il 2035 i rifiuti urbani conferiti in discarica non dovranno superare il 10% del totale. Secondo dati Eurostat, nell'Ue circa il 25% dei rifiuti urbani trattati viene interrato, in Italia la percentuale è del 28%, ma in diversi paesi dell'Europa centro-orientale si supera il 70%. Le nuove norme stabiliscono che il riciclo dovrà arrivare al 65% del totale dei rifiuti urbani grazie a tre target progressivi (2025, 2030 e 2035).

 

Il provvedimento fissa traguardi più ambiziosi sugli imballaggi, con il 70% complessivo al 2030 - da raggiungere dopo una tappa intermedia nel 2025 con quote diverse secondo i materiali. Al 2030 dovrà essere recuperato almeno il 55% della plastica delle confezioni, l'85% di carta e cartone, il 75% del vetro. Dal 2023 la raccolta differenziata sarà obbligatoria in tutta l'Ue per i rifiuti organici (il cosiddetto 'umido') mentre per tessili e rifiuti pericolosi domestici si comincerà dal 2025.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400