Domenica 15 Settembre 2019 | 17:53

Il Biancorosso

Serie C
Il nuovo Bari ricomincia da tre

Il nuovo Bari ricomincia da tre

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaNel foggiano
Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

Cerignola, in casa hashish e una targa clonata: arrestato 26enne

 
TarantoL'iniziativa
«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

«Basta con i decreti ammazza-Taranto»: il flash-mob in piazza

 
BatLa difesa
Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

Andria, ucciso per mancata precedenza, il presunto killer: «Si è scagliato e ha urtato il coltellino»

 
BrindisiNel brindisino
S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

S.Michele Salentino come Milano: la scuola regala borracce e diari ecologici

 
LecceSulla circonvallazione
Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

Lecce, incendia il negozio attiguo al suo bar ormai chiuso: arrestato 57enne

 
PotenzaA reggio emilia
La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

La birra è troppo fredda, 39enne del Potentino tenta di strangolare una barista

 
MateraNel Materano
Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

Craco, pochi alunni: accorpate classi di medie ed elementari, protesta dei genitori

 

i più letti

Michele Emiliano finisce in terapia dal Pizzicologo «Complesso di Superinferiorità»

Michele Emiliano finisce in terapia dal Pizzicologo «Complesso di Superinferiorità»
di ALBERTO SELVAGGI

Alessandro Emiliano bussa allo studio dello Pizzicologo, portando per mano il presidente, suo fratello maggiore: «Dottore, Michele ha sbalzi di umore, rosicchia gusci di cozze pelose. Ripete perfino con noi familiari di essere il padrone della Puglia. Si sveglia di notte, grida: Antonella! E sputa bestemmiando come Franco e Ciccio nel film L’Esorciccio». È un problema materno di Superinferiorità slatentizzata, qua ci vuole pizzicoterapia a tramòto. Signor Alessandro, sganci i soldi e ci lasci soli. «Mah…».

E MichelEmiglién’, disteso sul divanetto, è un fiume in piena che travolge Pizzicologo.

emiliano«Dottòure, io sono il proprietario della Ppuglia con due pi e di tutti i pugliesi, ma quanto ho dovuto penare. Da piccoletto tenevo il vizio di masticare lische di spigole e invece Alessandro mio fratello mangiava le gigomme e mia zia diceva: impari da Alessandro, e io veniva emarginato pure a squola». Ma come cacchio parli! «Non è colpa mia, dottò, è che mi scrivono così. Cioè c’è qualcuno che mi cambia le parole in questo testo ma ancora non ho capito chi… E io piangeva nel lettino soppra a viale Unità d’Itaglia. Da studente aspettavo i compagni del Flacco a Largo Ciaia, essi belli e io roito, e io voleva dimagrire tagliandomi con le affettatrici Berkel che vendeva mio padre a via Re David dove dentro sta il Pd mio, adesso, e per conquistare le ragazze dovevo fare il di più, giocavo a basket e schinicchiavo gli avversari menandomi sopra, e già pensavo a una grande coalizione con i trotskisti, gli stupratori di Mompracem, democristiani, Nicola di Bari, neonazisti, ultras pregiudicati e i grillin… Ah no i grillini ancora non stavano. E…». Où, fermati che mi stai a rincoglionire ancora di più!

«E io sognava il grande MichelEmiglién’ a comandare soppra a ttutto! E vedevo ad Alessandro nella comitiva di Match Ball vicino a casa, con Massimo, Claudio, Franco, Roberto, Toti e Tata, e tutti a dire, come è simpatico tuo fratello, come è bravo a ballare, e io invece chiacone, e quando le ragazze mi invitavano, me Michele vieni a ballare?, trovavo la scusa: non posso tengo l’unghia incarnita. E poi vedevo a Cesare Veronico, caro amico che oggi comanda l’Alta Murgia intera, a fare il dj, metteva i dischi di David Bowie e tutte le femmine a dire, mo che bono! E allora io per consolarmi uscivo con Vito Leccese, direttore di tutta quanta la Città Metropolitana».

Avevo già intuito tutto. Forse. «Così per vendicarmi io diventa magistrato per arrestare tutti, da Brindisi a Bbbari, tenevo la foto di Che Guevara nell’ufficio e pomiciavo a ttutti, “caro avvocato, ciao carissima!”, che già pensavo alle campagne elettorali, e poi mi dimenticai di un’inchiesta, cioè, non mi ricordo, e diventai candidato sindaco e padrone de Bbare e poi di tutta la Ppuglia, la Ppuglia!, io sono proprietario di ttutte le reggiòuni della Ppuglia!».

Mah, per risolvere la situazione dovresti iniziare col regalar… cioè prestarmi 11000 euro. «Ma che sei impazzito?! Io ti faccio arrestare pezzo di merda! Qua si va sul penale, questa è circonvenzione di capace, non di incapace!». Mudu, muduuuù, Emiglién’ si è incazzat’… Stavo a scherzare. Calmati, ora ti faccio l’imposizione delle mani, così ti rilasci. «E chi è, Mago Nicola 2?» …PRRRRR..! «Chi ha fatto il pepito?!». Io non ho menato la spepitatura, e poi si sente puzza di pesce, evidentemente ti sei rilassato troppo. «Tu sei stato!, si sente la ppuzza della ppupppù!». Beh, andiamo avanti con la pizzicologia.

«Ora per surclassare tutti i precedenti governatori farò costruire sopra alla presidenza del Lungomare il primo Centro aerospaziale democratico. Sono già in trattative con una delegata della Nasa, entusiasta, mi sta tartassando di chiamate». Beh, evidentemente sta a fare un pensierino sopra a te. Perché non te la fai, così poi assume mio figlio che vuole fare giusto l’astronauta? «Sarò pure un MichelEmiglién’ ma non sono un verme. Lo squallore è un’altra cosa. So che sei stato sospeso dall’Ordine. Io ti avrei denunciato e radiato a vita». Sono vittima di un complotto pizzicologico. Piuttosto, tuo fratello dice che a letto urli da ossesso.

«La notte ho l’incubo ricorrente di quella stron… strana ragazza di Antonella Laricchia. Mi fissa, mi sputa addosso e passa oltre senza dire a». Quella ha il complesso di Elettrodo. Mandamela. «Pure con Antonio Decaro, nonostante ci vogliamo bene, stanno i problemi. Spesso mi abbraccia e piange chiedendo aiuto». So tutto, ehm… Beh, e tu che fai? «Quando ha le crisi ci faccio la berotta in faccia, forte, così resta rintronato e smette. Lui sono io, non viceversa». Uhm. Vedo un problema di riflessologia. «Ma scusa, non è quella dei piedi?». Ah, già… Un complesso di Superinferiorità maturato in una famiglia anaffettiva... «Ma che c… dici Pizzicò, sono cresciuto in un ambiente stupendo, babbo, mamma, noi fratelli, vedi ‘sta foto?, sto abbracciato alla nonna, un mito!». Ah. Caspita, che nonna però… Sssì la nonnaaaah ooooh bella la nonna ooommmh..! «Ma… Che stai a fare?! Sei più disturbato mentale dei tuoi pazienti, se ne tieni qualcheduno..!». Sì oooh la nonnaaa, con la nipotinaaa, tutt’e due… insiemeee..! Oooaaah..! «Mo ti mando l’ufficiale giudiziario!». Attento, questa tua ira mostra un chiaro problema con… LA MAAAADRE! «Ma che è, la caricatura? Non toccare a mia madre: pensa alla fess’ d’ mamt’!». Mamm’ non ne teng’ ngùle a sorete ngiu ammèng’… «Sor’ non ne sta, spulpete kessa banana qua». Banan’ non ne voglio, a fràtet’ mi copro… (ad libitum)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie