Lunedì 21 Gennaio 2019 | 18:37

Barletta "ammalata" di tango

Successo, con partecipanti anche da Basilicata e Molise, del Barletta Tango Festival, evento organizzato dall'associazione artistico-culturale Almadetango con il patrocinio del Comune di Barletta, della Regione Puglia e dell'Ambasciata Argentina in Italia • Video del tango ballato nel film "Moulin Rouge"
Ballo - Il tango BARLETTA - È febbre da tango argentino a Barletta e in tutta la Bat. Sono arrivati da tutta la provincia, ma anche da altre zone della Puglia, della Basilicata e persino del Molise per assistere e partecipare al Barletta Tango Festival, evento organizzato dall'associazione artistico-culturale Almadetango con il patrocinio del Comune di Barletta, della Regione Puglia e dell'Ambasciata Argentina in Italia. Un evento straordinario, che per tre giorni ha visto la partecipazione di grandi maestri, a cominciare da Ricardo Maceiras "El Pibe Sarandi" (Argentina) e poi Luciano Donda (Italia), Roberta Coen (Italia), Carina Calderon (Argentina), David Benitez (Argentina). In tanti hanno voluto provare per la prima volta l'ebbrezza del sensuale ballo sudamericano e ne sono rimasti folgorati: in pista, sulle note della fisarmonica, sensualità e passione. Un istinto irrefrenabile, che non si è fermato neanche a cena, quando nella sala della "Trattoria del mare" di Michele Cilli i ballerini hanno continuato a ballare, trascinando i presenti per tutta la notte.
Insomma, un bilancio lusinghiero per una manifestazione che, grazie al supporto del consigliere regionale Beppe Cioce, è riuscita a coinvolgere anche l'Ambasciata Argentina in Italia: a Barletta la presenza autorevole del Segretario diplomatico dell'Ambasciata per il settore Cultura e turismo Eduardo Almirantearena, anche per avviare importanti contatti per futuri scambi commerciali e culturali. Dunque un evento di carattere internazionale, preludio al festival europeo che Almadetango intende promuovere nel 2008. «È un sogno che diventa realtà», afferma Piera Paola Carabellese, presidente dell'associazione, felicissima di aver potuto realizzare un progetto ambizioso che dopo anni di studio, di sacrifici immani per lei e per il suo compagno di vita e di danza Ruggero Sardano, si è concretizzato in tre giorni di danza, musica, arte e cultura. Due giovani ballerini barlettani, che coltivano questa grande passione, che seguono in Italia e all'estero ogni iniziativa, pur di appagare il loro desiderio per la danza, pur di fondere l'arte con il ballo. «Attraverso i passi e le melodie si riesce a trasmettere i propri sentimenti, quelli veri, quelli che partono dal cuore», aggiunge la giovane ballerina di tango. "Non occorrono le parole per descrive questa danza, le figure naturali dei passi rappresentano il nostro animo, il nostro "io". Una vera e propria filosofia di vita".
Per ulteriori informazioni: www.almadetango.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400