Sabato 23 Febbraio 2019 | 07:39

NEWS DALLE PROVINCE

PotenzaVerso le regionali
Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

Elezioni, a Potenza e Matera le prime liste: sono di centrodestra e M5S

 
LecceSalento
Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa un passo indietro e ritira l'interrogazione

Villa al mare del pm a Porto Cesareo, M5S fa retromarcia e ritira interrogazione

 
BariLa sentenza
Bari, offese tra ragazzi via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

Bari, offese tra ragazzini via whatsapp: per la Cassazione è diffamazione

 
HomeIl siderurgico
Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

Ex Ilva a Taranto, ripartono gli impianti: soddisfazione della Fim

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

Mal funzionante il depuratore di Japigia

L'ispezione dei funzionari dell'Arpa Puglia a seguito delle numerose segnalazioni di cittadini del rione di Bari per odori persistenti e fastidiosi. Nessun problema per i residenti
BARI - Stamani, a seguito delle numerose segnalazioni di cittadini del rione Japigia di Bari in merito all'emanazione di intensi e persistenti odori molesti da parte del depuratore di Bari Orientale, l'ARPA Puglia ha disposto una immediata ispezione dell'impianto.
La causa delle emissioni osmogene è stata identificata nelle condizioni di anossia di una delle vasche di ossidazione della linea acque, a sua volta originatasi, secondo le dichiarazioni della società di conduzione dell'impianto, dalla contemporanea disfunzione di alcune soffianti del processo e di quelle di riserva, verificatasi durante la giornata di ieri a seguito di problemi di erogazione elettrica. In tali condizioni si sviluppa l'emanazione di ammine, sostanze organiche volatili, ammoniaca e composti dello zolfo ridotto; tutti composti che, nelle condizioni ambientali dell'impianto, non rappresentano un rischio per la salute degli operatori e dei cittadini, ma, presentando una soglia olfattiva molto bassa, possono arrecare notevole disturbo. Sempre in tali condizioni risultano anche inefficaci i pur presenti sistemi di contrasto osmogeno tramite dispersione in atmosfera di composti detti «antiodore», nè possono risultare sufficienti le attuali coperture solo di alcune sezioni di impianto. La conduzione dell'impianto assicura che al massimo nella giornata di domani verranno sostituiti i macchinari in avaria, portando così ad una rapida regolarizzazione delle condizioni di processo. Nel complesso non sono state rilevate altre criticità nella conduzione del processo, la cui corretta esecuzione resta comunque la principale garanzia di un buon funzionamento di tutte le sue parti, quindi della minimizzazione dell'impatto ambientale dell'impianto e del suo disturbo alla cittadinanza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400