Domenica 17 Febbraio 2019 | 12:39

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
FoggiaNella notte
Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

 
TarantoLe dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

Incendio distrugge azienda di fiori

Il rogo a Lecce. Dai capannoni un fumo denso e nero che ha creato allarme negli abitanti della zona. Sull'episodio indaga la squadra mobile leccese
LECCE - Un'azienda florovivaistica è stata distrutta da un incendio, di cui non si esclude la matrice dolosa. Le fiamme si si sono sprigionate nella tarda serata di ieri e sono state spente solo stamani dopo circa dieci ore dai vigili del fuoco di Lecce, coadiuvati dalla Polizia di Stato. Durante lo spegnimento alcuni pompieri hanno accusato fastidi all'apparato respiratorio e hanno fatto ricorso a cure mediche.
L'incendio ha distrutto un capannone di circa 3.000 metri quadri, situato in via Bernardino Realino, in cui erano custoditi migliaia di bulbi e piante, nonchè fertilizzanti, concimi e vasi in plastica. Il fuoco ha provocato un fumo denso e nero che ha creato allarme negli abitanti della zona; gli ispettori dell'Asl di Lecce, intervenuti sul posto, hanno comunque escluso il rischio di inquinamento.
Sull'episodio indaga la Squadra mobile di Lecce. Per le indagini potrebbero risultare utili le registrazioni del sistema di videosorveglianza, di cui è munita l'azienda florovivaistica.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400