Domenica 17 Febbraio 2019 | 12:52

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Leccese
Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

Ruba 200 libri antichi da casa di un anziano: denunciato a Taviano

 
FoggiaNella notte
Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

Foggia, a fuoco auto di un noto avvocato

 
TarantoLe dichiarazioni
Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

Emiliano a Taranto: «Il governo non può abbandonare ex Ilva»

 
BatLa protesta
Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

Trani senza pronto soccorso, i cittadini scendono in piazza

 
BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 

Lei torna da mamma e lui lancia molotov

Un cittadino romeno è stato arrestato dai carabinieri a Mottola, perché avrebbe lanciato una bottiglia incendiaria contro la casa della suocera dove sua moglie s'era trasferita
MOTTOLA (TARANTO) - Avrebbe costretto la moglie a subire ricatti e soprusi di ogni genere, chiedendole anche di provvedere al sostentamento della famiglia e quando la donna, esasperata, è tornata a casa della madre, ha lanciato contro l'abitazione della suocera una bottiglia incendiaria, provocando un principio d'incendio. E' accaduto a Mottola, dove i carabinieri della compagnia di Massafra (Taranto) hanno arrestato un cittadino romeno di 32 anni, Laurentiu Marian Mociofleaca. L'uomo è accusato di incendio, estorsione, minaccia, danneggiamento e maltrattamenti in famiglia.
Secondo una ricostruzione dell'accaduto fatta dagli investigatori, quando l'uomo ha saputo che la moglie, stanca delle angherie, aveva deciso di lasciarlo e di trasferirsi a casa della madre, ha prima assillato di telefonate la moglie. L'ha minacciata intimandole di tornare con lui e non avendo ottenuto nulla ha lanciato una bottiglia molotov contro l'abitazione della suocera, che ha infranto una finestra e provocato un incendio che ha danneggiato un armadio e alcune suppellettili. L'uomo è stato riconosciuto dalla moglie mentre fuggiva a bordo della sua auto: poco dopo è stato rintracciato ed arrestato dai carabinieri.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400