Domenica 17 Febbraio 2019 | 10:54

NEWS DALLE PROVINCE

BariDa piazza del ferrarese
Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

Bari corre per il cuore, la partenza della Running Heart

 
LecceA Lecce
Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

Minore senza biglietto, autista non lo fa salire sul bus: denunciato

 
BrindisiNel Brindisino
Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

Cisternino: era ricercato da 7 anni per droga, arrestato nella notte 39enne

 
TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Due gay si baciano. Per i Cc è atto osceno

Denunciati per atti osceni in luogo pubblico Roberto, un 27enne di Roma, e Michele, un trentacinquenne di Lecce. Si stavano dando un bacio davanti al Colosseo
ROMA - Un semplice bacio davanti al Colosseo. No, «un atto inequivocabilmente osceno». La prima è la versione di una coppia di gay. La seconda dei carabinieri che la scorsa notte li hanno fermati sulle scale che portano all'Anfiteatro, portati in caserma per 40 minuti e poi denunciati per atti osceni in luogo pubblico.
Spetterà ora alla magistratura, a cui sono stati trasmessi gli atti, accertare la verità. Nel frattempo l'episodio ha provocato tantissime reazioni da parte dell'universo omosessuale, politico e sociale. Protagonisti dalla vicenda Roberto, un 27enne di Roma, e Michele, un trentacinquenne di Lecce che vive nella capitale. «Ci stavamo scambiando soltanto un bacio - ha raccontato Michele -. Sono una persona che tutti definiscono timida e riservata, anzi i miei amici dicono che sono troppo timido, figurarsi se mi metto a fare certe cose in pubblico. Io e Roberto, non siamo fidanzati ma ci conosciamo da tempo, avevamo preso una cosa da bere e avevamo deciso di appartarci al Colosseo, in un posto tranquillo in cerca di intimità: non c'era nessuno e abbiamo cominciato a baciarci. Ad un certo punto è arrivata un'auto dei carabinieri. Ci hanno illuminato con il faro e poi ci hanno chiesto i documenti».
«Sulle prime pensavo che si trattasse solo di un controllo - ci hanno fatto aspettare oltre mezz'ora e poi è arrivata un'altra auto. Erano quattro carabinieri e ci hanno fatto salire rispettivamente sulle due macchine e ci hanno portato in caserma».
Non era solo un bacio sulla bocca hanno sostenuto i carabinieri ricordando che baciarsi non viola l'articolo 527 del codice, mentre il reato era «palese ed inequivocabile».
Reato che - è stato precisato - sarebbe stato contestato a qualsiasi coppia. L'episodio, è stato sottolineato sempre dagli investigatori, è avvenuto alle 1:30, quando in centro d'estate le strade sono ancora piene di gente, ed in particolare di turisti.
Per ora oltre alla denuncia, l'altra cosa certa per Roberto e Michele è che sono stati invitati al «Citroen Mardi Gras», la manifestazione in programma a Torre del Lago dal 9 al 12 agosto, dove sarà chiesto loro di dare il via ad un kiss-in collettivo, un bacio di piazza tra tutte le coppie gay, lesbiche ed eterosessuali. La stessa cosa accadrà, per iniziativa dell'Arcigay, il 2 agosto a Roma nella gay-street, in realtà in via San Giovanni in Laterano, con un bacio collettivo alle 23.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400