Sabato 19 Gennaio 2019 | 17:10

Peschici, si costituisce presunto omicida

Francesco Delli Muti (37 anni), è stato sottoposto a fermo dai carabinieri. La notte scorsa avrebbe ucciso Giuliano Vecera. Pare che i due parcheggiatori abusivi avessero litigato
PESCHICI (FOGGIA) - Si è costituito ed è stato sottoposto a fermo dai carabinieri il presunto responsabile dell'omicidio di Giuliano Vecera, di 34 anni, ucciso nella notte tra sabato e domenica con tre colpi di pistola in località San Nicola, a poca distanza dal centro abitato di Peschici, nel Foggiano: si tratta di Francesco Delli Muti, di 37 anni.
Il dissidio tra Giuliano Vecera e Francesco Delli Muti, entrambi parcheggiatori abusivi, ha avuto inzio quando il figlio 13enne di Vecera, che aiutava il padre nella stagione estiva nel parcheggio, ha posto sotto il tergicristallo dell'auto di Delli Muti un tagliando da tre euro per il parcheggio. Questo atto è stato considerato - secondo gli investigatori - da Delli Muti, che gestisce un parcheggio poco distante, un affronto ed ha avuto inizio una lite.
Delli Muti in un primo momento ha inveito contro il 13/enne e a quel punto è intervenuto Vecera in difesa del figlio: i due uomini sono venuti alle mani, si sono picchiati e Vecera ha strappato la maglietta a Delli Muti. Quest'ultimo è risalito sulla sua auto, è andato a casa, si è cambiato ed è tornato, verso la mezzanotte sotto l'abitazione di Giuliano Vecera. Qui - secondo quando ha dichiarato l'omicida - Vecera è sceso dalla sua abitazione ed ha minacciato Delli Muti con una pistola: è nata una nuova collutazione, Delli Muti ha lanciato "per difendersi" il suo ciclomotore addosso a Vecera che è caduto perdendo la pistola. A quel punto Delli Muti ha preso l'arma da terra ed ha sparato tre colpi.
Proseguono le indagini dei militari della compagnia di Vico del Gargano, coordinate dalla procura della Repubblica di Lucera, per trovare l'arma dell'omicidio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400