Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 18:15

La fa abortire e seppellisce feto

Un cittadino ghanese di 35 anni è stato arrestato a Foggia dai carabinieri con l'accusa di interruzione di gravidanza, violenza e occultamento di cadavere
FOGGIA - Ha picchiato la sua donna fino a farla abortire: è successo ieri sera nella zona di Rignano Garganico, in provincia di Foggia. I carabinieri hanno arrestato un cittadino ghanese di 35 anni, regolarmente residente nel territorio italiano. I militari sono stati informati dal 118 del soccorso prestato a una donna nigeriana di 30 anni. Il personale medico si è accorto che qualcosa non andava ed è riuscito a farsi dire, dopo aver vinto qualche ritrosia, ciò che era avvenuto: la donna era stata picchiata dal suo compagno e aveva abortito. L'uomo aveva poi seppellito in una fossa il nascituro, giunto al quinto mese di gestazione, ed era scappato. Infatti, grazie alle sue indicazioni, il feto è stato trovato poco lontano da Rignano Scalo. La giovane donna è stata accompagnata in Ospedale dove è ricoverata in prognosi riservata. A quel punto una trentina di carabinieri hanno iniziato una vasta battuta di ricerca e hanno cinturato la zona con numerosi posti di blocco. Dopo aver effettuato diverse perquisizioni, hanno ritrovato il cittadino ghanese in un casolare in località «Motta del Principe».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400