Venerdì 24 Maggio 2019 | 05:31

Il Biancorosso

L'INTERVISTA
Bellinazzo.: "Il Bari in serie A un affareVarrebbe tra i 70 e gli 80 milioni di euro"

Bellinazzo: «Bari in serie A un affare tra i 70 e gli 80 mln di euro»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl candidato
Comunali, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

Comunali Bari, Di Rella: centrodestra alternativa al declino

 
MateraSanità
Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

Ospedale Tinchi, il nuovo assessore si vergogna: non è dignitoso

 
PotenzaStatale 653
Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

Sinnica, riaperto dopo 3 mesi il tratto di Senise chiuso per frana

 
BatLa sentenza
Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

Appalto truccato Comune Trani: cinque assolti

 
BrindisiNel brindisino
Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

Latiano, solaio crollato: disposta chiusura scuola primaria

 
Tarantonel tarantino
Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

Massafra, spacciano davanti a scuola: arrestati due 19enni

 
LecceSenza lavoro
Povertà: a Lecce aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

Povertà: aumentano disoccupati in fila a emporio solidale

 
FoggiaLo studio
Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

Servizi pubblici: Foggia ultima in Italia

 

i più letti

Bari - Risparmi per riscattare il teatro

Il sindaco Emiliano ed il ministro Rutelli pensano agli avanzi di amministrazione per saldare i conti con i Messeni Nemagna, proprietari del "Petruzzelli": un indennizzo di oltre 16 milioni di euro. Si eviterebbero al Comune debiti o un'ulteriore pressione fiscale
Bari - Il ministro Rutelli ed il sindaco Emiliano BARI - L'idea del sindaco Michele Emiliano e di Francesco Rutelli, vicepremier e ministro per i Beni Culturali, è quella di utilizzare gli avanzi di amministrazione del Comune per l'acquisizione del teatro Petruzzelli. «Oggi che il Comune è diventato di nuovo possessore del teatro lo aiuteremo in tutti i modi, come procedura, affinché gli eredi di allora possano essere giustamente indennizzati» ha affermato il vicepremier nel corso di una conferenza stampa tenuta prima della partecipazione ai lavori dell'annuale assemblea dell'Anci (Associazione nazionale Comuni d'Italia) che si è conclusa oggi a Bari.
Dopo l'esproprio del teatro, l'Agenzia del Demanio, che ne ha responsabilità, ha stabilito un indennizzo per la famiglia Messeni Nemagna, proprietaria del teatro, che ammonta ad oltre 16 milioni di euro. Si tratta di un caso previsto da una legge dello Stato e, quindi, il Comune è tenuto a versare tale somma. Il ricorso agli avanzi di amministrazione potrebbe essere la soluzione ideale per il Comune di Bari per riuscire a coprire la spesa, evitando, in questo modo, l'altrimenti necessaria accensione di un mutuo o una ulteriore pressione fiscale sui cittadini del capoluogo.
Il ministro dei Beni Culturali non si preoccupa tanto di coloro che protestano: «Siamo determinatissimi, siamo sereni, abbiamo scelto la procedura giusta ma soprattutto stiamo facendo la cosa giusta».
Rutelli, nell'annunciare che sono in corso i lavori per il restauro del teatro, profondamente danneggiato da un incendio nel 1991, ha anche posto un ambizioso obiettivo: la riapertura il 6 dicembre 2008 (giorno in cui la Chiesa celebra San Nicola, patrono di Bari). «Dopo 16 anni di abbandono, di tristezza e di umiliazione per Bari e per l'Italia abbiamo adottato una procedura pulita, chiara, trasparente che permetterà a questa città e all'Italia di ritrovare il Petruzzelli» ha affermato il vicepremier che ha aggiunto: «da troppo tempo l'Italia sta aspettando di vedere risorgere il Petruzzelli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400