Sabato 16 Febbraio 2019 | 00:36

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

Bari - Risparmi per riscattare il teatro

Il sindaco Emiliano ed il ministro Rutelli pensano agli avanzi di amministrazione per saldare i conti con i Messeni Nemagna, proprietari del "Petruzzelli": un indennizzo di oltre 16 milioni di euro. Si eviterebbero al Comune debiti o un'ulteriore pressione fiscale
Bari - Il ministro Rutelli ed il sindaco Emiliano BARI - L'idea del sindaco Michele Emiliano e di Francesco Rutelli, vicepremier e ministro per i Beni Culturali, è quella di utilizzare gli avanzi di amministrazione del Comune per l'acquisizione del teatro Petruzzelli. «Oggi che il Comune è diventato di nuovo possessore del teatro lo aiuteremo in tutti i modi, come procedura, affinché gli eredi di allora possano essere giustamente indennizzati» ha affermato il vicepremier nel corso di una conferenza stampa tenuta prima della partecipazione ai lavori dell'annuale assemblea dell'Anci (Associazione nazionale Comuni d'Italia) che si è conclusa oggi a Bari.
Dopo l'esproprio del teatro, l'Agenzia del Demanio, che ne ha responsabilità, ha stabilito un indennizzo per la famiglia Messeni Nemagna, proprietaria del teatro, che ammonta ad oltre 16 milioni di euro. Si tratta di un caso previsto da una legge dello Stato e, quindi, il Comune è tenuto a versare tale somma. Il ricorso agli avanzi di amministrazione potrebbe essere la soluzione ideale per il Comune di Bari per riuscire a coprire la spesa, evitando, in questo modo, l'altrimenti necessaria accensione di un mutuo o una ulteriore pressione fiscale sui cittadini del capoluogo.
Il ministro dei Beni Culturali non si preoccupa tanto di coloro che protestano: «Siamo determinatissimi, siamo sereni, abbiamo scelto la procedura giusta ma soprattutto stiamo facendo la cosa giusta».
Rutelli, nell'annunciare che sono in corso i lavori per il restauro del teatro, profondamente danneggiato da un incendio nel 1991, ha anche posto un ambizioso obiettivo: la riapertura il 6 dicembre 2008 (giorno in cui la Chiesa celebra San Nicola, patrono di Bari). «Dopo 16 anni di abbandono, di tristezza e di umiliazione per Bari e per l'Italia abbiamo adottato una procedura pulita, chiara, trasparente che permetterà a questa città e all'Italia di ritrovare il Petruzzelli» ha affermato il vicepremier che ha aggiunto: «da troppo tempo l'Italia sta aspettando di vedere risorgere il Petruzzelli».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400