Giovedì 17 Gennaio 2019 | 18:51

Interrogatorio in vista per il papà di Ciccio e Tore

«A Filippo Pappalardi saranno contestate le numerose contraddizioni in cui egli è caduto in relazione alle dichiarazioni fornite sui suoi spostamenti la sera della scomparsa dei figli, e sul luogo in cui si sono perse definitivamente le tracce dei bambini», ha detto il procuratore della Repubblica di Bari, Emilio Marzano
BARI - «A Filippo Pappalardi saranno contestate le numerose contraddizioni in cui egli è caduto in relazione alle dichiarazioni fornite sui suoi spostamenti la sera della scomparsa dei figli, e sul luogo in cui si sono perse definitivamente le tracce dei bambini». Lo ha detto il procuratore della Repubblica di Bari, Emilio Marzano, riferendosi ad alcune delle contestazioni che saranno rivolte nel corso dell'interrogatorio di domattina al papà dei due fratellini scomparsi da Gravina in Puglia il 5 giugno 2006.
Quello a cui sarà sottoposto domani Pappalardi è il primo interrogatorio da quando, dall'agosto scorso, l'uomo è stato iscritto nel registro degli indagati con l'ipotesi di aver sequestrato i suoi due figli, Francesco e Salvatore, di 14 e 12 anni.
L'interrogatorio è fissato per domattina alle 9.30 nella questura di Bari. Pappalardi sarà interrogato dal procuratore Marzano, dal pm inquirente Antonino Lupo, e dal dirigente della squadra mobile, Luigi Liguori. L'indagato sarà assistito dall'avv.Angela Aliani, che ha già anticipato che Pappalardi risponderà a tutte le domande che gli verranno poste dai magistrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400