Sabato 23 Febbraio 2019 | 19:41

NEWS DALLE PROVINCE

BariL'episodio
Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

Black out durante la prima della Madama Butterfly a Bari, il cast rimane in scena senza luce

 
FoggiaPrimarie
Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

Foggia, il centrodestra si misura per scegliere il candidato sindaco

 
PotenzaVoto il 24 marzo
Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

Basilicata al voto, in corsa 5 aspiranti Governatori: centrosinistra a rischio

 
BrindisiSan Pietro Vernotico
Scontro frontale nel Brindisino: muoiono 3 persone

Scontro frontale nel Brindisino:
muoiono 3 persone

 
LecceNel Salento
Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 28enne

Perde il controllo dell'auto sulla Taviano-Matino: muore una 27enne

 
MateraA Tokyo
Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

Matera 2019, il debutto in Giappone: «Investire sulla cultura»

 
BatDavanti alla stazione
Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

Barletta, rumeni ubriachi aggrediscono agenti: uno va in carcere

 

Padre Pio, «attore di Dio»

Un musical racconta con canzoni, balletti e proiezioni la vita di San Pio da Pietrelcina. La prima rappresentazione ieri sera a San Giovanni Rotondo, ora la tournee
SAN GIOVANNI ROTONDO (FOGGIA) - E' Padre Pio l'Actor Dei, l'attore di Dio, uomo d'azione e di poche parole, che con la sua vita e le sue sofferenze mette in scena la vita di Cristo, e che grazie alla sua ferrea volontà realizza il sogno di un ospedale per alleviare le sofferenza altrui. Racconta con canzoni, balletti e proiezioni la vita di San Pio da Pietrelcina l'opera musical Actor Dei, diretta da Giulio Costa, che ieri sera è stata presentata in prima mondiale a San Giovanni Rotondo, in un teatro tenda itinerante che può accogliere 3.000 persone.
Alla rappresentazione hanno assistito, tra gli altri, il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di Stato Vaticano, e il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola.
L'opera descrive una personalità moderna, emblematica del nostro tempo. Francesco Forgione, da semplice e coraggioso uomo continuamente provato da pene fisiche e spirituali, spinto dalla volontà di sollevare l'umanità dalle sue sofferenze e di aggregare la vasta comunità attorno ad un grande obiettivo, diventa Padre Pio, ovvero il simbolo dell'umanità positiva capace di riscattarsi dal dolore e dalla solitudine per dare vita ad un grande sogno.
Sul palcoscenico sono impegnati 42 artisti tra cantanti, attori, ballerini ed elementi del coro e l'opera è suddivisa in tre grandi momenti: la giovinezza (padre Pio da bambino è interpretato da Martino Schembri, da adulto invece dal pugliese Vincenzo Caldarola), la maturazione spirituale e la costruzione dell'ospedale. Lo spettacolo si apre con un sogno fatto da padre Pio da giovane: un duello che ingaggia con il diavolo, suo alter ego, rappresentato attraverso una scacchiera bianca e nera in cui si fronteggiano i due eserciti del bene e del male. Dopo la cornice onirica, che con un andamento circolare apre e chiude il racconto dell'opera, si torna su un piano di realtà ripercorrendo alcune vicende salienti della vita del santo.

«E' il grande recital dei giovani; la simbiosi tra giovani e musica è una realtà - ha detto mons. Bertone commentando lo spettacolo - nel dna dei giovani c'è la musica, c'è il senso della gioia, del canto come espressione del sentimento e delle emozioni, delle esperienze quotidiane. È un modo di far riflettere i giovani attraverso la musica e i canti, di avvicinarli a Dio come San Pio».
Lo spettacolo è stato realizzato da Attilio Fontana e Marco Luppa ed è stato voluto dalla Fondazione Casa Sollievo della Sofferenza e dal comune di San Giovanni Rotondo insieme alla Sound and Company di Ascoli Piceno con il patrocinio del ministero dei Beni Culturali, della Regione Puglia, della provincia di Foggia e dei frati cappuccini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400