Sabato 19 Gennaio 2019 | 20:30

Puglia: stop ai rifiuti dalla Campania

La Regione chiede il rispetto delle intese raggiunte con il commissario per l'emergenza in Campania, Bertolaso, nell'incontro svoltosi a Bari due settimane fa. La Puglia è appena uscita dal commissariamento
Regione Puglia BARI - La Puglia dice basta al trasferimento di rifiuti dalla Campania e invoca il rispetto degli accordi siglati con il commissario Guido Bertolaso. Lo scorso 9 marzo una nota congiunta del presidente della Regione Puglia e dell'assessore all'Ecologia è stata inviata al commissario delegato per l'emergenza rifiuti della Campania, Bertolaso. Nella nota, a proposito della lettera dello stesso commissario con la quale si comunicava che l'afflusso dei rifiuti della Campania nelle discariche ioniche sarebbe proseguito «per sole 600 tonnellate» giornaliere, la Regione Puglia ha invitato Bertolaso «a disporre l'immediata sospensione del conferimento dei rifiuti atteso che lo stesso determina insostenibili difficoltà nella attuale precaria gestione dei rifiuti urbani del bacino LE 2».
In sostanza la Regione Puglia chiede il rispetto delle intese raggiunte con lo stesso Bertolaso nell'incontro svoltosi a Bari due settimane fa durante il quale fu accolto l'invito dei presidenti delle Province di Taranto e Lecce, Gianni Florido e Giovanni Pellegrino, e della Regione Nichi Vendola affinché fossero sospesi i trasferimenti di rifiuti dalla Campania alla Puglia.

RIFIUTI: IN PUGLIA E' LA FINE DEL COMMISSARIAMENTO
Il presidente del Consiglio dei ministri, Romano Prodi, lo scorso 5 marzo, ha firmato l'ordinanza n.3568 con la quale dispone per la gestione dei rifiuti solidi urbani in Puglia la fine del commissariamento con "il trasferimento alle amministrazioni ed enti ordinariamente competenti della documentazione amministrativa" e "in regime ordinario ed in termini di urgenza al completamento entro il 31 dicembre 2007 di tutte le iniziative già programmate e in corso di attuazione" relative agli Rsu ed alle bonifiche. E' detto in una nota della Regione Puglia con la quale si spiega che la fine del commissariamento è disposta "vista la nota con la quale il Presidente della Regione ha rappresentato la necessità di procedere al definitivo rientro nell'ordinarietà fermo restando il completamento degli interventi in atto".
"Si completa così - afferma l'assessore regionale all'ecologia, Michele Losappio - con l'ultimo atto formale, il periodo di commissariamento con l'affidamento al sistema delle autonomie locali di ruolo e competenze che la Regione aveva loro sottratto a lungo".

RACCOLTA DIFFERENZIATA, IN PUGLIA 100.000 T IN 2006
In Puglia nel 2006 l'aumento della raccolta del 15% ha permesso di superare la soglia delle 100 tonnellate di carta e cartone riciclate in un anno. Lo rende noto Comieco, consorzio per il recupero e il riciclo di imballaggi a base cellulosica, che ha elaborato una prima stima dei dati di raccolta di carta e cartone nel 2006.
Per Carlo Montalbetti, direttore generale di Comieco, si tratta di "un successo per i pugliesi, ma anche per il Consorzio che, ad oggi, copre attraverso le convenzioni con i Comuni, l'87% della popolazione". "Nel 2005 - aggiunge Montalbetti - ai Comuni consorziati, abbiamo trasferito per la raccolta di carta e cartone oltre 5 milioni di Euro; differenziare i rifiuti rappresenta quindi un circolo virtuoso in cui più si raccoglie, più alte sono le somme conferite ai comuni e, quindi, maggiori gli investimenti nello sviluppo di servizi dedicati ai cittadini".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400