Sabato 19 Gennaio 2019 | 01:04

Puglia presto leader nella ricerca tumorale

È stato firmato l'accordo tra GE Healthcare ed Itel per la realizzazione di una «officina farmaceutica» a Ruvo di Puglia per la produzione di un radiofarmaco necessario per usare le Pet
BARI - Per la diagnostica tumorale in Puglia si svolta. Presto sarà possibile una diagnosi estremamente precisa e ci si potrà dotare di apparecchiature Pet evitando, così, estenuanti e penosi viaggi fuori regione. E sorgerà anche un Centro di ricerca che darà opportunità preziose sia per i ricercatori sia per le linee di indagini che ci si propongono.
È stato infatti firmato l'accordo tra GE Healthcare ed Itel per la realizzazione di una «officina farmaceutica» nel comune di Ruvo di Puglia (Bari) per la produzione e distribuzione del prodotto 18F-FDG, come specialità farmaceutica dotata di regolare autorizzazione all'immissione in commercio (Aic) rilasciata dalle autorità competenti.
Il progetto, si sottolinea in un articolo sul sito del Trimestrale di Ecologia «Villaggio Globale» (www.vglobale.it), prevede la realizzazione di un Centro di Eccellenza nel campo della Ricerca Molecolare e dello Sviluppo di nuovi radiofarmaci per diagnostica Pet-Ct.
GE Healthcare, azienda multinazionale leader nella diagnostica per immagini in ambito medicale, intende infatti, estendere alla regione Puglia la sua rete europea di centri per la produzione e distribuzione della sua specialità medicinale registrata a base di 18F-FDG e di altri radiotraccianti Pet, garantendo gli elevatissimi standard qualitativi propri delle officine di produzione farmaceutica e delle autorizzazione all'immissione in commercio.
«Da 25 anni sostengo e investo nella ricerca tecnico-scientifica medicale e il 2008 vedrà per il nostro territorio un nuovo risultato di questo impegno: l'attivazione, a Ruvo di Puglia, di un centro di ricerca e di produzione di radiotraccianti che permettono di diagnosticare e localizzare i tumori con elevatissima precisione e di monitorare l'efficacia del trattamento cui i pazienti sono sottoposti». Dichiara con orgoglio Leonardo Diaferia, Presidente Itel Telecomunicazioni Srl di Ruvo di Puglia.
«Per le strutture sanitarie di Puglia e regioni limitrofe - continua Diaferia - sarà finalmente più semplice dotarsi di apparecchiature Pet, con conseguente superamento dell'annoso e penoso fenomeno della migrazione dei pazienti in centri diagnostici fuori regione. La nuova unità produttiva, che sorgerà con la collaborazione di GE Healthcare, attuerà una distribuzione pronta e capillare dei radiofarmaci, rendendoli quindi immediatamente fruibili sul territorio. Di pari passo il centro di ricerca condurrà, di concerto con università locali e internazionali, attività di indagine pre-clinica e clinica per lo sviluppo di nuovi radiotraccianti e di protocolli di medicina personalizzata, avviando quindi un processo di acquisizione e trasferimento di conoscenze multidisciplinari per applicazioni in oncologia, neurologia e cardiologia. Ci stiamo impegnando per fare della Puglia una terra d'eccellenza, in grado di garantire nuovi servizi di diagnostica medica rapidi ed efficienti».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400