Venerdì 22 Febbraio 2019 | 12:52

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'arresto
Bancarotta fraudolenta, ai domiciliari un imprenditore tarantino

Bancarotta fraudolenta, ai domiciliari un imprenditore tarantino

 
BrindisiFurto in casa
San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: denunciati n 2

San Vito dei Normanni, ristrutturano abitazione e rubano 2.500 euro: 2 denunciati 

 
HomeTecnologia
È Turi la città con la differenziata più «smart» di Puglia: schizza all'82,32%

È Turi la città con la differenziata più «smart» di Puglia: schizza all'82,32%

 
GdM.TVGli arresti della Polizia
Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

Andria, assaltavano tir con esplosivo e armi: decimato clan Griner, 11 in carcere

 
HomeLa scoperta della Gdf
Lecce, maxi frode fiscale di oltre 12 mln con gli imballaggi: 3 arresti

Lecce, maxi frode fiscale da 14 mln: 3 arresti, tra cui noto imprenditore VD

 
PotenzaEconomia
Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

Lo Svimez alla Basilicata: «Trattenete più royalties»

 
MateraSfruttamento
Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

Metaponto, ecco la Felandina: il «ghetto» dove vivono 400 disperati

 
FoggiaAtti vandalici
Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

Foggia, bus Ataf presi a sassate da baby gang

 

Foggia - Magistrati nel mirino

E' quanto emerso nel corso di alcune indagini che gli investigatori stanno svolgendo sulla criminalità locale. Obiettivi il procuratore capo Vincenzo Russo e il sostituto procuratore Giuseppe Gatti
FOGGIA - Il procuratore capo della Repubblica di Foggia Vincenzo Russo e il sostituto procuratore Giuseppe Gatti sarebbero stati nel mirino della criminalità organizzata. E' quanto emerso nel corso di alcune indagini che gli investigatori stanno svolgendo sulla criminalità locale. In particolare agenti di Polizia e carabinieri avrebbero scoperto che il procuratore Russo sarebbe stato «controllato» da un uomo, peraltro identificato, che si intratteneva nei pressi della sua abitazione.
Attenzioni particolari erano destinate anche per Gatti, il magistrato da pochi anni alla procura foggiana ma già titolare di inchieste molto importanti. Stando a quanto emerso dalle indagini, non sarebbero attuali ma si riferirebbero ad un recente passato. Recentissima, invece, la riunione del comitato straordinario per l'ordine pubblico che venerdì scorso ha deciso alcune misure di sicurezza per i due magistrati.

Le minacce a Russo e a Gatti, però solo le ultime di una lunga catena di intimidazioni che stanno caratterizzando questi primi mesi del 2007 nel capoluogo dauno. Una lunga scia iniziata con la lettera di minacce e i proiettili inviati all'ex assessore all'urbanistica del Comune di Foggia Ciro Mundi a cui hanno fatto seguito i due proiettili, calibro 38, inviati al sindaco Orazio Ciliberti e al segretario provinciale dei Ds, Sabino Colangelo. Qualche giorno fa, infine, una lettera con un bossolo di pistola a firma Brigate Rosse è stata fatta trovare in un ufficio della Sofim di Foggia. Su tutti gli episodi gli investigatori stanno indagando con particolare attenzione soprattutto sulle minacce agli esponenti politici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400