Sabato 23 Marzo 2019 | 00:05

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Foggia - Magistrati nel mirino

E' quanto emerso nel corso di alcune indagini che gli investigatori stanno svolgendo sulla criminalità locale. Obiettivi il procuratore capo Vincenzo Russo e il sostituto procuratore Giuseppe Gatti
FOGGIA - Il procuratore capo della Repubblica di Foggia Vincenzo Russo e il sostituto procuratore Giuseppe Gatti sarebbero stati nel mirino della criminalità organizzata. E' quanto emerso nel corso di alcune indagini che gli investigatori stanno svolgendo sulla criminalità locale. In particolare agenti di Polizia e carabinieri avrebbero scoperto che il procuratore Russo sarebbe stato «controllato» da un uomo, peraltro identificato, che si intratteneva nei pressi della sua abitazione.
Attenzioni particolari erano destinate anche per Gatti, il magistrato da pochi anni alla procura foggiana ma già titolare di inchieste molto importanti. Stando a quanto emerso dalle indagini, non sarebbero attuali ma si riferirebbero ad un recente passato. Recentissima, invece, la riunione del comitato straordinario per l'ordine pubblico che venerdì scorso ha deciso alcune misure di sicurezza per i due magistrati.

Le minacce a Russo e a Gatti, però solo le ultime di una lunga catena di intimidazioni che stanno caratterizzando questi primi mesi del 2007 nel capoluogo dauno. Una lunga scia iniziata con la lettera di minacce e i proiettili inviati all'ex assessore all'urbanistica del Comune di Foggia Ciro Mundi a cui hanno fatto seguito i due proiettili, calibro 38, inviati al sindaco Orazio Ciliberti e al segretario provinciale dei Ds, Sabino Colangelo. Qualche giorno fa, infine, una lettera con un bossolo di pistola a firma Brigate Rosse è stata fatta trovare in un ufficio della Sofim di Foggia. Su tutti gli episodi gli investigatori stanno indagando con particolare attenzione soprattutto sulle minacce agli esponenti politici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400