Lunedì 21 Gennaio 2019 | 02:54

Città medievale tra Basilicata e Puglia

La scoperta dell'insediamento, a Monte Irsi, è stata fatta da un gruppo di ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) grazie a rilevazioni satellitari
POTENZA - La scoperta di un insediamento medievale a Monte Irsi, ai confini tra Basilicata e Puglia, è stata fatta da un gruppo di ricercatori del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr) grazie "all'impiego di tecniche di elaborazione di dati satellitari".
"I dati resi disponibili dal satellite - ha spiegato Rosa Lasaponara dell'Istituto di metodologie per l'analisi ambientale (Imaa) del Cnr - offrono possibilità di elaborazione maggiori rispetto alle tradizionali foto aeree".
"Anche nella zona di Monte Serico, in Basilicata - ha aggiunto Nicola Masini, ricercatore dell'Ibam-Cnr, l'Istituto per i beni archeologici e monumentali - siamo riusciti a ricostruire la 'forma urbis' di un villaggio medievale, già scoperto da noi nel 1995 con l'ausilio di immagini aeree. Inoltre, a Metaponto, l'elaborazione di immagini QuickBird sta consentendo di rilevare anomalie riferibili ad antiche divisioni agrarie e a canali di drenaggio realizzati oltre duemila anni fa, in epoche durante le quali i livelli delle falde e la costa del mare erano diversi rispetto ad oggi. E a confermarlo sono i numerosi paleo-alvei, alcuni già individuati dall'archeologo Adamesteanu negli anni '60, altri scoperti dai ricercatori del Cnr con l'ausilio delle immagini satellitari, che stanno restituendo un reticolo idrografico sepolto molto diverso da quello attuale. Queste scoperte - ha concluso Masini - aprono nuove prospettive di conoscenza delle dinamiche insediative nel territorio di Metaponto, dall'ottavo secolo avanti Cristo al Medioevo".
"Attualmente - è spiegato in un comunicato - il Cnr si sta occupando dei torrenti Celone e Cervaro, nella zona del Tavoliere in Puglia, tra Toria e Lucera (Foggia), dove si registra una delle più alte concentrazioni di insediamenti neolitici d'Europa".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400