Lunedì 21 Gennaio 2019 | 20:38

Chiusa la crisi al Comune di Foggia

Era stata aperta dai Ds (che il 19 gennaio scorso avevano ritirato la delegazione assessorile). Nominata la nuova giunta. Per la prima volta, il vicesindaco è una donna, Assunta Pinto (Ds)
FOGGIA - Si è conclusa con la definizione di una giunta che non si discosta molto dalla precedente, la crisi politica al Comune di Foggia aperta dai Ds che il 19 gennaio scorso avevano ritirato la delegazione assessorile chiedendo al sindaco, Orazio Ciliberti, l'azzeramento di tutta la giunta.
La nuova composizione, definita oggi, presenta come novità le deleghe assegnate a Francesco Paolo De Vito e Michele Salatto, entrambi di area Ds. Per la prima volta, inoltre, la carica di vicesindaco è occupata da una donna, Assunta Pinto (Ds), che ha delega per sviluppo economico, programmazione, patti territoriali, pianificazione strategica integrata, enti di ricerca.
Ecco gli altri assessori: Angelo Benvenuto (Sdi) politiche finanziarie, fiscali e patrimoniali; Raffaele Capocchiano (Sdi) ha la delega all'annona, polizia amministrativa e giudiziaria; Antonio Coppola (Udeur), servizi demografici, legale e contenzioso; Giuseppe D'Alessandro (Udeur), ambiente e turismo; Michele Del Carmine (Ds) sicurezza urbana, vigilanza cimiteriale, legalità, politiche del lavoro, immigrazione, volontariato, diritti dell'uomo, servizio civile, comunicazione istituzionale, gemellaggi; Francesco Paolo De Vito (Ds), politiche socio-assistenziali; Fiammetta Fanizza (Indipendente) politiche giovanili, decentramento e borgate; Alfredo Grassi, (Civica Insieme per Foggia), mobilità urbana, servizi alla città; Italo Pontone (Margherita), Lavori Pubblici; Michele Salatto (Ds), urbanistica, edilizia residenziale ed emergenza abitativa; Potito Salatto (Indipendente) cultura, beni culturali, università, spettacolo, festività patronali; Giulio Scapato, (Sdi), personale, logistica, innovazione tecnologica e, infine, Claudio Sottile (Margherita) pubblica istruzione, edilizia scolastica, istituti di partecipazione dell'infanzia.
"La verifica politico-programmatica - ha detto in una nota il sindaco Ciliberti - è stata un momento importante ed utile per la coalizione. E' servita essenzialmente a chiarire le posizioni dei partiti e dei gruppi consiliari rispetto alla necessità di un forte rilancio dell'azione di governo".
"La novità sostanziale - ha detto - è rappresentata dalla decisione di includere nella fase più delicata, quella dedicata alla discussione sulle questioni da affrontare per dare una svolta sul piano programmatico, tutte le componenti che si riconoscono nel centrosinistra".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400