Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 08:39

Intimidazione al Comune di Bari

Una busta con un proiettile ed un messaggio intimidatorio è stata recapitata a casa del presidente del Consiglio, Giuseppe De Santis (Lista Emiliano) • La condanna del segretario regionale della Uil, Pugliese
Municipio Bari BARI - Una busta chiusa contenente un proiettile e un messaggio intimidatorio anonimo sono stati recapitati a mano nella cassetta della posta, a casa del presidente del Consiglio comunale di Bari, Giuseppe De Santis. Secondo quanto riferito da De Santis, che ha denunciato il fatto alla Polizia, la busta è stata trovata ieri al rientro a casa intorno alle 14. Oltre al proiettile, nella busta c'era un foglietto di carta scritto a mano, con caratteri a stampatello, con la frase: «questo è solo un campione, il prossimo lo proverai di persona».
«Sono rimasto sconcertato - commenta De Santis, rintracciato telefonicamente - sono una persona tranquillissima e non capisco chi possa avercela con me. Ho impostato la mia vita sull'onestà e invece da ventiquattr'ore mi interrogo su quello che mi è accaduto».
Solidarietà a De Santis viene espressa dal sindaco, Michele Emiliano, e in due note distinte dal gruppo consiliare al Comune della Lista Emiliano (in cui De Santis è stato eletto) e dal capogruppo Ds a Palazzo di Città, Dario Ginefra.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400