Domenica 20 Gennaio 2019 | 12:32

Corecom Puglia: attivo ufficio conciliazioni, moduli via web

In caso di mancato accordo tra le parti, il Corecom attiva una seconda fase che rimanda all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni la soluzione della controversia
BARI - Tra le deleghe trasferite al Comitato Regionale per le Comunicazione della Puglia (Corecom) rientra l'ufficio di conciliazione, ovvero quella particolare funzione di tutela degli interessi degli utenti e di mediazione tra cittadino ed enti gestori di servizi in caso di contenzioso.
Il primo tentativo di conciliazione Â- attiva dal 1 gennaio - sarà esperito dal Corecom Puglia il 5 e 6 febbraio prossimi in alcune vertenze avviate da utenti che hanno riscontrato irregolarità nella erogazione di servizi da parte di enti gestori di telecomunicazioni (mancata attivazione della fornitura, bollette esorbitanti, duplicazione di costi, eccetera). Il conciliatore del Corecom dovrà stabilire, attraverso l'esame dei documenti prodotti e le tesi esposte in sede di udienza, la fondatezza del ricorso presentato dai cittadino ed intervenire con provvedimenti di urgenza laddove siano stati lesi loro diritti. In caso di mancato accordo tra le parti, il Corecom attiva una seconda fase che rimanda all'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni la soluzione della controversia. Gli utenti che propongono istanza di conciliazione al Corecom, vedranno soddisfatta la loro richiesta entro il termine di trenta giorni, salvo che non sia necessaria una seconda udienza di approfondimento. L'istanza deve essere corredata da un formulario disponibile sul sito web dell'Autorità (www.agcom.it documenti d_182_02_cons_form_UG.pdf), oppure deve contenere le informazioni necessarie per istruire la pratica. Oggetto della controversia deve essere necessariamente la violazione di un diritto o di un accordo privato in materia di telecomunicazioni, suscettibile di azione giudiziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400