Domenica 19 Maggio 2019 | 20:18

Il Biancorosso

L'ALLENATORE
Cornacchini: "Daremo battaglia ad AvellinoDimostreremo di essere la squadra più forte"

Cornacchini: «Ad Avellino dimostreremo di essere la squadra più forte»

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceQuesta mattina
Lecce, assalto al gazebo Lega in centro: una ragazza contusa. Martedì atteso Salvini

Lecce, assalto a gazebo Lega in centro: 17enne contusa. Martedì atteso Salvini

 
BatIl diretto
Ferrovie: l'Alta Velocità arriva a Barletta, due Frecciargento da e per Roma

Treni, a Barletta fermerà Bari-Roma. Mit: nuovi servizi su Alta velocità. Che non esiste

 
TarantoNel tarantino
Manduria, anziano pestato a morte da baby-gang: altri 4 minori indagati

Manduria, anziano pestato a morte: indagati altri 4 minori

 
FoggiaNel foggiano
Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop a Emiliano

Chieuti, uomo morì durante corsa buoi: animalisti chiedono lo stop

 
Brindisinel brindisino
Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

Latiano, crolla solaio di scuola in ristrutturazione: grave operaio

 
PotenzaA ripacandida
Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

Si ustiona mentre accende il camino: grave un 20enne nel Potentino

 

i più letti

Lo ammazza e scappa. Caccia al killer a Milano

All'alba, forse dopo una lite, un uomo ha sparato e ucciso il 33enne Rocco Spagnuolo (incensurato proprietario di un bar, originario di Taranto). L'assassino è fuggito a bordo di una Golf
MILANO - Quattro colpi di pistola, tutti al bersaglio, per un'esecuzione compiuta alle 5 del mattino nella piazzetta di un quartiere residenziale di Legnano, mentre la gente dormiva. A terra, ferito a morte, è rimasto un uomo di 33 anni, Rocco Spagnuolo, originario di Taranto, che potrebbe essere stato eliminato soltanto in conseguenza di una lite avvenuta poco prima in un locale notturno della zona.
Questa almeno è l'ipotesi prevalente tra gli uomini della Squadra Mobile milanese, che stanno indagando sul delitto per ora misterioso. Non si trascurano però altre piste. L'uomo non era pregiudicato, ma anche per la dinamica dell'omicidio, che fa pensare al regolamento di conti, le indagini non trascurano la possibilità che a commettere il delitto siano stati elementi della criminalità organizzata. I motivi potrebbero comunque essere futili, legati appunto a una lite degenerata in assassinio.
Spagnuolo, sposato e senza figli, era proprietario di un bar nella vicina Busto Garolfo. A suo carico non risulta alcun precedente penale, e pare che la sua vita quotidiana fosse tutta tra casa e bottega. Con qualche eccezione notturna, però, fatta di visite a locali di lap dance e altro, come il club privè Mistik Casinò, nelle vicinanze del quale è avvenuto il delitto.
Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori, Spagnuolo si sarebbe recato già a notte inoltrata, verso le 3, al Mistik Casinò, dove all'ingresso avrebbe avuto con qualcuno un litigio per motivi non ancora chiariti. Un paio d'ore più tardi, quando si è allontanato dal locale per entrare nella sua auto, sarebbe stato seguito dall'assassino, o dagli assassini.
Chi gli ha sparato ha colpito da distanza media e ravvicinata (sono stati trovati bossoli vicino al corpo e a 4-5 metri di distanza), con tutta probabilità dopo aver costretto la vittima a uscire dalla sua auto, sulla quale era appena salito ed era in procinto di partire.
La macchina a fianco della quale Spagnuolo è stato trovato ormai morente aveva infatti il motore acceso, come se l'uomo vi fosse prima salito per partire e poi ne fosse sceso, o fatto scendere a forza. Poi gli spari: due colpi al torace, uno alla testa, uno a una gamba.
Qualcuno ha sentito i colpi, e subito dopo sarebbe stata vista allontanarsi una Golf. Dato l'allarme, Spagnolo è stato soccorso, ma inutilmente. Fatti i primi accertamenti, la polizia si è indirizzata verso il Mistik Casinò, i cui registi dei soci sono stati sequestrati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400