Venerdì 18 Gennaio 2019 | 19:26

A Putignano inizia il Carnevale

In Piazza Plebiscito stasera è il momento della satira graffiante dei «propagginanti», «guardiamo al Mediterraneo, come fonte speciale della nostra tradizione», spiega il presidente della Fondazione
PUTIGNANO (Ba) - Ovunque è tempo di zampogne e cori natalizi ma a Putignano, nel sud est narese, il giorno di S.Stefano con le propaggini è tempo di canti satirici e motteggi all'indirizzo di politici e amministratori locali ma gli sfottò non mancano per tutti i personaggi noti della zona ed anche nazionali. In Piazza Plebiscito stasera è il momento della satira graffiante dei «propagginanti», «in effetti - spiega il presidente della Fondazione Carnevale, Roberto Bianco - guardiamo al Mediterraneo, come fonte speciale della nostra tradizione, unica al mondo per peculiarità ed aspetti caratteristici, e come itinerario di confronto con altre realtà artistiche, espressive, rivenienti dalla medesima matrice». In questa logica saranno ospiti musici, canterini e carretti siciliani in arrivo dal carnevale catanese di Misterbianco. Dopo la lunga serata fra satira e rima, canti e balli fino a notte inoltrata nei pressi del Palazzo Municipale, per accompagnare il nuovo carnevale che arriva.
La festa delle Propaggini ha conservato nei secoli le caratteristiche che da sempre le hanno dato una fisionomia specifica. Su tutte, quella di mettere in piazza i misfatti, gli episodi più controversi della vita cittadina nell'anno che la precede. Il tutto rigorosamente in versi e in vernacolo, sulle ali della satira ispirata di compagnie di poeti dialettali (i cosiddetti «propagginanti») impegnati in quello che è considerato il Carnevale più lungo del mondo ma probabilmente anche il più antico visto che ormai è giunto alla 613esima edizione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400