Sabato 19 Gennaio 2019 | 03:06

Nave gasiera urta diga porto Brindisi

L'incidente - avvenuto ieri all'alba, ma del quale si è saputo oggi - ha causato danni al natante la cui idoneità alla navigazione sarà accertata da un'ispezione della Guardia costiera
BRINDISI - Una nave gasiera vuota, la Vlona (batte bandiera di Panama), che fa la spola tra Brindisi e l'Albania per il trasporto dalla città pugliese di propano liquido, ha urtato la parte più esterna della diga di punta Riso. L'incidente - avvenuto ieri all'alba, ma del quale si è saputo oggi - ha causato danni al natante la cui idoneità alla navigazione sarà accertata da un'ispezione della Guardia costiera brindisina.
A quanto si è appreso, la nave ha urtato con il bulbo della prua, la parte sottostante dell'imbarcazione, la struttura portuale, e ha strisciato per alcuni metri il molo prima che il pilota riuscisse a recuperare la rotta. La Vlona - comandata da un italiano - si apprestava a raggiungere il molo della società Coper oil per caricare il gas. In quel momento nella zona pioveva e questo potrebbe aver limitato la visibilità. L'incidente è avvenuto mentre a bordo si apprestava a salire l'equipaggio della pilotina del porto per le assistenze alle manovre di attracco.
La gasiera, della lunghezza di circa 80 metri, è stata spostata nel porto esterno per essere sottoposta all'ispezione. I danni, secondo quello che si è saputo, sarebbero lievi.
La Capitaneria di porto di Brindisi ha aperto una indagine amministrativa e sta valutando l'eventuale presenza in zona di altri natanti che potrebbero aver ostacolato le manovre della Vlona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400