Sabato 25 Gennaio 2020 | 02:28

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa Terra vista dal Carnevale
Putignano, il Carnevale diventa green: il tema scelto per i carri è l'ambiente

Putignano, il Carnevale diventa green: il tema scelto per i carri è l'ambiente VD

 
LecceLa decisione
La senatrice Liliana Segre sarà cittadina onoraria di Lecce

La senatrice Liliana Segre sarà cittadina onoraria di Lecce

 
FoggiaL'incidente
Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

 
PotenzaProduzione
Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

Il Comune di Melendugno chiede lo stop alla Tap

di ELENA ARMENISE
MELENDUGNO - Il Comune chiederà al Ministero di chiudere immediatamente il procedimento di Valutazione di impatto ambientale nazionale con la bocciatura del progetto del gasdotto. È questa la richiesta, messa nero su bianco, che sarà inviata nelle prossime ore nell’ambito delle controdeduzioni sulla documentazione integrativa presentata da Tap alla fine dello scorso aprile
Il Comune di Melendugno chiede lo stop alla Tap
di ELENA ARMENISE

MELENDUGNO - Il Comune chiederà al Ministero di chiudere immediatamente il procedimento di Valutazione di impatto ambientale nazionale con la bocciatura del progetto del gasdotto. È questa la richiesta, messa nero su bianco, che sarà inviata nelle prossime ore nell’ambito delle controdeduzioni sulla documentazione integrativa presentata da Tap alla fine dello scorso aprile. I tecnici e gli esperti della commissione comunale sul gasdotto, che hanno lavorato su un nuovo contro-rapporto di “Via”, hanno esaminato le 1200 pagine di integrazioni inviate dalla multinazionale per rispondere alle 48 criticità e richieste di chiarimenti avanzate dai Ministeri dell’Ambiente e dei Beni culturali il 18 marzo scorso.

In 48 punti, la commissione tecnica nazionale di verifica dell’impatto ambientale aveva infatti evidenziato incongruenze tecniche e chiesto un approfondimento sulle alternative di approdo, sia su quelle già studiate a nord di San Foca, sia su soluzioni differenti. In quelle 1200 pagine presentate da Tap, in risposta alle richieste del Ministero, secondo gli esperti della commissione comunale sul gasdotto, risulterebbero però ancora gravi carenze. Per gli esperti, nella documentazione mancherebbero rilievi fondamentali compresi quelli relativi allo studio geologico, geofisico e geotecnico, necessari per comprendere l’impatto dell’opera sull'ambiente.

Le nuove integrazioni allo studio di impatto ambientale e sociale, presentato da Tap nel settembre scorso per la procedura di “Via”, non supererebbero quindi le obiezioni e i rilievi sollevati dai Ministeri, anzi confermerebbero ancora di più l’assoluta incompletezza del progetto e l’incompatibilità dell’opera con la realtà territoriale di Melendugno. Il progetto risulterebbe poi ancora oggi del tutto carente di tutta una serie di autorizzazioni, nulla osta e certificazioni richieste dalla legge e dai regolamenti in maniera inderogabile. Nei giorni scorsi il sindaco, Marco Potì ha invitato Provincia e Regione ad inviare le proprie osservazioni sulla documentazione integrativa di Tap entro i termini previsti, che scadranno il prossimo 17 giugno. Il sindaco aveva annunciato che il Comune avrebbe chiesto al Ministero competente di «concludere immediatamente la procedura di “Via” con provvedimento negativo».

In questi giorni la Prefettura ha intanto autorizzato i tecnici Tap ad accedere ai fondi privati per effettuare una nuova campagna di indagini lungo il tracciato onshore del gasdotto. La società dovrà però prima munirsi di un’apposita autorizzazione paesaggistica per effettuare i rilievi in quattro punti particolari, ricadenti in u n’area sottoposta a vincoli. I dettagli delle controdeduzioni saranno illustrati dagli esperti della commissione comunale martedì prossimo, alle 17, presso l’Università del Salento (aula De Maria-Palazzo Codacci Pisanelli).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie