Lunedì 21 Gennaio 2019 | 19:45

Torna la task force italiana dal Golfo Persico a Taranto

Nella seconda decade di dicembre l'arrivo nella base navale pugliese del Gruppo navale della Marina militare italiana, che inizierà il suo viaggio verso il Mediterraneo lunedì, al termine di una missione durata 158 giorni. Per la prima volta due ammiragli italiani hanno comandato la flotta della Coalizione (T.F. 152) nell'area
Marina militare - Ammiraglio Foltzer Domenica prossima, nel corso di una solenne cerimonia a bordo della nave "Etna" della Marina militare, il contrammiraglio Emilio Foltzer (nella foto), comandante del Gruppo navale italiano, cederà il comando della task force 152 all'ammiraglio Allen Myers della Marina militare statunitense. Si conclude così, dopo 158 giorni di attività operativa nel Golfo Persico centro-meridionale, una delle missioni più lunghe a cui abbiano partecipato unità navali italiane.

Lo scorso 4 settembre, l'ammiraglio Foltzer era succeduto al contrammiraglio Salvatore Ruzittu, che aveva assunto l'incarico di comandante del Gruppo navale italiano e della Task force 152 il 28 giugno scorso. Durante questo periodo di attività nel Golfo Persico, le forze della coalizione a guida italiana hanno condotto le operazioni di sicurezza marittima in base alla convenzione internazionale per «garantire la sicurezza e la salvaguardia dei traffici marittimi mercantili e la libertà di navigazione lungo le rotte internazionali».

Le forze della coalizione hanno controllato complessivamente più di mille imbarcazioni e monitorato tutto il traffico mercantile in transito nell'area in circa 15.500 ore di navigazione.
«La conduzione italiana di una task force marittima della coalizione, da sempre condotta dagli americani, ha rappresentato un fattore di grande novità nell'area - sottolinea una nota dello Stato maggiore della Difesa -. A ciò si è aggiunto il compito nazionale di rafforzare i rapporti con le Marine dei Paesi che si affacciano sul Golfo Persico, in un periodo di forte cambiamento in questa strategica parte del mondo. Le esercitazioni svolte con le Marine militari del Bahrain, degli Emirati Arabi Uniti, dell'Arabia Saudita e del Kuwait hanno infatti rappresentato un momento importante di cooperazione e di crescente integrazione operativa».

Il Gruppo navale italiano, costituito dalla nave "Etna" - sede di comando - e dalla nave "Foscari", comandate rispettivamente dal capitano di vascello Danilo Balzano e dal capitano di fregata Giuseppe Rapese, impegna 347 militari che, alla partenza il 4 dicembre dalla base del Bahrain, faranno rotta verso il porto di Taranto, dove è previsto l'arrivo nella seconda decade di dicembre.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400