Venerdì 22 Marzo 2019 | 23:37

Il Biancorosso

IL REBUS
Come sostituire Hamlili?Le soluzioni di Cornacchini

Come sostituire Hamlili?
Le soluzioni di Cornacchini

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiFino al 25 marzo
Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

Brindisi, atti vandalici in scuola media: resterà chiusa per 4 giorni

 
HomeLa foto
Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a Salve, spara a Salvini»

Scritta shock contro il vicepremier a Lecce: «Non sparare a salve, spara a Salvini»

 
FoggiaDopo i servizi di «Striscia»
Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager

Deliceto, percolato della discarica nel fiume: accuse di Regione e Ager, violato il contratto

 
BariAmbiente
Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi ritiro anche con tessera sanitaria

Sacchetti rifiuti, in 5 comuni baresi si ritireranno con tessera sanitaria

 
TarantoIl siderurgico
Taranto, Arcelor Mittal condannata per comportamento antisindacale

Taranto, AM condannata per comportamento antisindacale. Borraccino: «Sentenza storica»

 
PotenzaEnergia e polemiche
Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

Basilicata, un colpo di coda sull’eolico raddoppiata la potenza

 
BatIl caso
Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

Andria, vertenza Villa Gaia accuse e polemiche a colpi di carte bollate

 

Un deposito di armi da guerra nel Barese

E' stato scoperto dai carabinieri a Casamassima, dove sono stati arrestati due uomini che custodivano Kalashnikov, mitragliette Uzi, fucili a pompa, revolver e pistole automatiche
BARI - Un vero e proprio arsenale a disposizione della criminalità, è stato scoperto dai carabinieri a Casamassima, dove sono stati arrestati due uomini che custodivano alcuni Kalashnikov, mitragliette Uzi, fucili a pompa, revolver e pistole automatiche. Gli arrestati, che hanno precedenti penali, erano i guardiani di alcuni garage dove, nascoste in borse sportive e da viaggio, erano depositati oltre alle micidiali armi, perfettamente efficienti e molte delle quali già cariche, anche giubbotti antiproiettile dell'ultima generazione. I particolari dell'operazione saranno illustrati in mattinata nel corso di una conferenza stampa presso il comando provinciale dei Carabinieri di Bari.
Complessivamente sono state scoperte tredici armi vere e due pistole giocattolo modificate rese efficienti, migliaia di munizioni di ogni calibro e decine di caricatori per pistole e mitragliette. In carcere, accusati di concorso nella detenzione e traffico di armi da guerra, e detenzione di stupefacenti, sono stati associati Antonio Cimarrusti di 32 anni e Domenico De Iure, di 29 anni, entrambi residenti a Casamassima, già noti per spaccio di droga e reati contro il patrimonio. I carabinieri hanno individuato i due garage, affittati sotto falso nome, in complessi residenziali della cittadina, dove i due erano stati visti aggirarsi in più occasioni. Oltre alle armi, i militari del Reparto Operativo hanno trovato anche 70 grammi di cocaina e refurtiva. Secondo gli investigatori, i due arrestati potrebbero avere collegamenti con la criminalità organizzata dedita alle rapine, ed accertamenti balistici sono stati disposti su tutte le armi per verificare se siano stati utilizzate in recenti fatti di sangue avvenuti nel barese.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400