Lunedì 21 Gennaio 2019 | 20:35

Fiera del Levante: «Non si arriverà al commissariamento»

Ad escluderlo Onofrio Introna il coordinatore dell'Ulivo in Puglia. Il prossimo 28 novembre scadono i termini per la nomina del nuovo presidente che succederà a Luigi Lobuono
BARI - «Commissariamento? Non arriveremo a tanto»: il coordinatore dell'Ulivo in Puglia, Onofrio Introna, esclude così la possibilità di arrivare ad un commissariamento per la Fiera del Levante, dopo la rinuncia resa pubblica ieri dall' imprenditore monopolitano Vito Pertosa. Il prossimo 28 novembre scadono i termini per la nomina del nuovo presidente che succederà a Luigi Lobuono. Ma il braccio di ferro tra il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, che ha proposto e caldeggiato la candidatura di Pertosa, e il sindaco di Bari, Michele Emiliano, e il presidente della Provincia, Vincenzo Divella, che hanno contestato il metodo usato dal governatore della Puglia per la scelta si è concluso di fatto con la rinuncia irrevocabile dell' imprenditore monopolitano.
«La situazione - ha detto Introna che due giorni fa ha proposto l'apertura di un tavolo istituzionale sull' argomento - deve considerarsi, per quanto riguarda le candidature, completamente azzerata, salvo poi la discrezionalità di Vendola che deve avere la giusta sensibilità nei confronti dei soci fondatori della Fiera del Levante».

Introna ha assicurato che «non c'è nel centrosinistra una caccia alle poltrone. C' è soltanto - ha aggiunto - una vicenda non gestita al meglio, che, comunque, ha portato i massimi enti locali a non saper trovare una soluzione concordata, ma non credo che la questione Fiera del Levante possa mettere in difficoltà o in crisi l'immagine di questa maggioranza». Introna si è detto certo che «anche per quanto riguarda la Fiera del Levante, il centrosinistra pugliese saprà trovare la soluzione opportuna e superare questa empasse che, secondo noi, non aveva gli elementi per essere messa in strada: potevamo evitarcelo; è accaduto e ora sappiamo, ancora una volta, che bisogna far tesoro delle esperienze negative». Vendola, Divella ed Emiliano ritroveranno l'armonia? E' stato chiesto. «Questo - ha risposto Introna - non solo è negli auspici ma credo che sia un dovere per chi rappresenta le tre massime istituzioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400