Sabato 16 Febbraio 2019 | 22:30

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl premio
Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie da 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

Ex Ilva Taranto, azienda di pulizie dà 100 euro a chi non si fa male sul lavoro

 
BariL'appello
Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

Puglia, i giovani di Forza Italia: «Il rilancio del partito passa da noi»

 
LecceVerso le elezioni
Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

Lecce, il centrodestra ufficializza le primarie

 
MateraIl caso
matera bari

Matera, svaligiavano appartamenti: in manette 3 ladri baresi

 
BatDavanti al porto
Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

Trani, anziana in acqua: soccorsa in tempo, rischiava assideramento

 
BrindisiAi domiciliari
Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

Cocaina e 1700 euro in tasca: un arresto a San Donaci

 
PotenzaDal gip di Potenza
Lavello, donna di mezza età in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

Lavello, donna 40enne in crisi col marito amava «partner» under 18: condannata

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 

Foggia - 10 anni per sevizie ai figli

Una squallida vicenda scoperta dagli agenti della questura foggiana che lo scorso anno hanno arrestato l'uomo e la moglie, anche lei coinvolta nelle violenze
FOGGIA - Condannato a dieci anni di reclusione perchè avrebbe sottoposto i suoi tre figli, tra i 5 e gli 11 anni, a una serie di abusi sessuali e di maltrattamenti, tanto da rinchiuderli in una cantina sporca e infestata dai topi. La sentenza per l'uomo di 38 anni di Foggia è stata emessa oggi dal gup Carlo Protano, al termine del processo celebrato con rito abbreviato, che ha inflitto una pena superiore a quella richiesta dal pubblico ministero che, al termine della sua requisitoria, si era espresso per una condanna a cinque anni e quattro mesi.
Una squallida vicenda scoperta dagli agenti della questura di Foggia che lo scorso anno hanno arrestato l'uomo e la moglie, anche lei coinvolta nelle violenze: la donna, una quarantenne foggiana, ha scelto di essere giudicata con il rito ordinario. La vicenda venne alla luce grazie ad alcune segnalazioni degli assistenti sociali che costrinsero il tribunale dei minorenni di Bari ad affidare i bambini ad un istituto specializzato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400