Martedì 22 Gennaio 2019 | 19:57

Arrestato barese per rapina a mano armata

Secondo i carabinieri, Michele Miccoli, di 26 anni, tra i presunti responsabili dell'assalto a una stazione di rifornimento, si aprì una via di fuga sparando 8 colpi di pistola
BARI - Michele Miccoli, di 26 anni, considerato dagli investigatori elemento del clan «Strisciuglio», è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di concorso in rapina, detenzione di arma da fuoco e sparo in luogo pubblico. Secondo le indagini dei militari, il giovane è uno dei presunti responsabili dell'assalto a una stazione di rifornimento di viale Europa il 27 settembre scorso. In quell'occasione, prima di impossessarsi dell'incasso, vistosi chiuso all'interno del bar attiguo, esplose otto colpi di pistola contro la porta scorrevole, con lo scopo di agevolarsi la fuga ed una volta fuori dal bar trovò il tempo di rapinare alcuni clienti, allontanandosi successivamente a piedi, dal momento che il complice era già scappato nell'udire i colpi d'arma da fuoco. Le indagini, grazie alle immagini delle telecamere a circuito chiuso, hanno evidenziato come il rapinatore, vistosi chiuso all'interno del bar e pensando ormai di essere in trappola, preso dal panico si sia prima alzato il passamontagna per respirare meglio e successivamente, solo dopo aver sparato, si sia appoggiato con le mani sulla porta a vetri dell'esercizio pubblico, lasciando le proprie impronte.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400